mercoledì 3 settembre 2014

Piada libera tutti!...un video, una ricetta, un racconto


Ci sono post più difficili di altri da scrivere. Perché vorresti dire tanto, tutto, svelare un mondo, e poi ti trattieni. Allora cerchi la via giusta, quella dell'immediatezza, della sintesi, del riserbo, cancelli, riscrivi, cancelli di nuovo. Poi rileggi e quello che hai scritto ti sembra stupido, delirante, fuori luogo. E allora ricominci finché decidi che basta, è ora di chiudere il racconto e...vada come vada.
Oggi, in parte, saranno le immagini a parlare per me attraverso un video con il quale partecipo al Contest "Short Food Movie", un'iniziativa di Fondazione Cinema per Roma e Centro Sperimentale di Cinematografia, sostenuta dall'AIFB.



I video inviati devono ispirarsi al tema conduttore di Expo 2015, "Nutrire il pianeta, Energia per la vita" e verranno caricati sulla piattaforma web Short Food Movie-Feed your, mind Film your planet. Una grande installazione montata nel padiglione di ingresso di Expo 2015 ospiterà i video inviati da ogni parte del mondo, in un affresco multiforme e variegato che parlerà di alimentazione consapevole, sviluppo sostenibile e rispetto del territorio a livello globale.

La categoria per cui concorro con il mio video è Cibo & Vita. Se vi piace e vi va, potete votarlo a questo link entro il 30 settembre.

Anche voi cari soci avete tempo fino al 30 settembre per partecipare al Contest AIFB, fino al 10 settembre per partecipare al concorso globale e fino a marzo per inviare comunque un video che verrà incluso nella grande installazione. E' un po' complicato, lo so. Leggete bene il regolamento qui e anche qui. Forza, non siate pigri e create il vostro video! Ma non voglio parlarvi solo di questo oggi. Il video è un pretesto per raccontare...



Queste immagini le ho girate presso la Comunità San Patrignano e a Rimini in un giorno di agosto, in uno di quei giorni speciali che restano nel cuore.
A San Patrignano era una vita che volevo andarci, perché lì, da anni, ci vive un mio cugino. Nella nostra famiglia sembriamo fatti tutti con lo stampo. Parlo del versante paterno. Sentiamo a mille, viviamo le emozioni in modo amplificato, tutto sembra ferirci, inquietarci, abbiamo una mente che gira veloce e che a forza di girare a volte si imballa. Oggi però, sento di usare il passato. Sentivamo a mille, vivevamo le emozioni, tutto ci feriva....questo per alcuni di noi non è più così, o non è più solo così.
Niente ci ha risparmiati, come in tutte le famiglie, d'altro canto. Non abbiamo mica il primato della sfiga. Ma insomma, depressioni profonde, scomparse premature, dipendenze varie, mali incurabili e tutto quello che di spiacevole ti può arrivare ce lo siamo beccati. Però abbiamo una capacità tutta nostra di risalire a galla, fra mille errori. Insomma, ci pieghiamo, ci frantumiamo, andiamo in mille pezzi, ma alla fine troviamo il modo di riprenderci. E anche qui non abbiamo mica l'esclusiva, perché questo capita a tutte le persone che nella loro vita hanno avuto la capacità, la possibilità e l'opportunità di riprendere il volo. E capita anche che ci si riconosca, fra queste persone. Ci si annusa e ci si riconosce.
Più vado avanti e più capisco che la 'normalità' è un valore molto relativo, quasi da rifuggire. Normalità intesa come conformismo, passiva accettazione di quello che deve essere e che va fatto, in nome di ciò che è buono e giusto, perché tutti fanno così, perché da che mondo e mondo è sempre stato così. E allora? Se tutti sbagliano questo rende l'errore di una moltitudine più giusto? O ci fa forse vivere meglio, stare meglio, come singoli individui? Quante volte accettiamo le cose per partito preso, non le mettiamo in discussione, non ci chiediamo: Ma perché, scusate? Ma chi l'ha detto? Ma chi l'ha stabilito?
Il termometro di tutto questo è il nostro stato personale. Come ci sentiamo. Come stiamo davvero. Come viviamo quotidianamente.
E se ci stai male nel tuo quotidiano e ti capita di prendere vie in salita, che ti ritrovi a percorrere da solo, scopri che quella 'normalità' non ti serve a un bel niente. Se esci dal tracciato, quella normalità ti si ritorce contro e ne cogli a pieno la pochezza. E allora, o ci ritorni, nella normalità, cosa che ad un certo punto è praticamente impossibile, o soccombi, o fai il grande salto. Il grande salto per me è cercare di superare i propri limiti, raddrizzare la strada secondo il proprio sentire, cercare la via, superare i propri confini strutturati, ribaltare la tua visione preconcetta del mondo, fregartene di quello che è bene secondo il giudizio degli altri e iniziare a pensare a ciò che è meglio per te, nel rispetto degli altri. Stare in ascolto di sé stessi. Solo così poi si è veramente in grado di accogliere anche gli altri, di amare, di donare. Perché quell'amore non parte da un bisogno. E quando ci riesci beh....allora la vita è valsa davvero la pena di essere vissuta. Hai vissuto per qualcosa, sei venuto a questo mondo per compiere un pezzettino di strada consapevole. Te la sei giocata bene.
A noi invece vengono insegnati la rinuncia fine a sé stessa, il sacrificio per il bene degli altri che poi ci dicono sia anche il nostro bene, il pentimento a prescindere, il senso di colpa atavico, i cammini prestabiliti, i percorsi obbligati, di padre in figlio, in un circuito asfittico destinato a non funzionare più. 
Ho sempre detto che la cucina mi ha salvata. Lo ribadisco. E a San Patrignano ho visto come la cucina, l'apprendimento di un'arte o di un mestiere, la condivisione dei pasti, il rispetto per il cibo, il consumo consapevole, il rispetto della natura e degli animali, uniti all'umiltà, al rigore, all'osservazione delle regole, alla condivisione, possano liberare dalla schiavitù e rendere liberi. Liberi dai nostri mostri, dai nostri limiti, dalle nostre dipendenze, in qualunque forma essi si manifestino. 
Non voglio scrivere un post che elenchi vizi e virtù della comunità. Di questa comunità è stato detto tutto e il contrario di tutto. Non sono io a doverne parlare in chiave critica o apologetica. Non è il mio ruolo, non mi spetta, non sarei neanche in grado di farlo. A me piace raccontare quello che vedono i miei occhi e ciò che provo. A me interessano le vite di questi ragazzi, le loro storie, la serenità nei loro sguardi. A me interessano le emozioni trasmesse. Il resto non conta. Perché non serve a nulla pontificare. Sono i fatti che contano, le vite salvate e quelle perse, le vittorie e le cocenti sconfitte, in un processo che va visto nella sua interezza. Non è così anche la vita se la viviamo davvero e ci sporchiamo le mani con lei?
Il video vuole parlare di questo. Di libertà, che si conquista con un duro lavoro su sé stessi, di ritorno alla vita. Non facciamoci incantare. La libertà non è fare tutto quello che ci pare. La libertà è ben altro. 
Trovo che il rapporto con il cibo in tutto questo sia fondamentale. Il cibo svolge un importante ruolo nelle nostre vite, anche a livello sociale. Il rapporto con le nostre madri passa attraverso il cibo, la nostra prima relazione da cui dipenderanno tutte le altre. Cucinare è prendersi cura di sé stessi e degli altri, è accudimento. Mangiare insieme, condividere il pasto, è scambio, comunicazione, empatia.
E tutto questo si può rispecchiare in ogni lavoro, in ogni aspetto della nostra vita. Prendersi cura degli animali, nutrirli, coltivare i terreni, vendemmiare, impastare il pane, lavorare con le mani, far parte della brigata di un ristorante di alto livello, cucinare per migliaia di persone, servire i propri compagni ai tavoli, compagni che a loro volta ti hanno servito il pasto, arrivare puntuali, rispettare il lavoro degli altri. Tutto questo è ritorno alla vita. Una volta imparata la lezione, la vita prende il corso che deve prendere. Si monta a cavallo e si va. O si resta, ma per un nuovo viaggio. Si cambia meta, passo, bagaglio. Vi ricordate il film Tata Matilda? L'insegnamento è tutto nella frase finale: "Quando avrete bisogno di me, ma non mi vorrete, io resterò. Quando mi vorrete, ma non avrete più bisogno di me, dovrò andar via". Perché la lezione è stata appresa. 
Ringrazio mio cugino per avermi regalato una giornata speciale, ricca di emozioni e commozione, e una serata meravigliosa al Ristorante Vite, locale di alto livello in cui i ragazzi di SanPa lavorano insieme in una grande brigata sotto la direzione di uno Chef di grandissimo talento.
Lo ringrazio per l'uomo che ha voluto e saputo diventare, o dovrei dire, scoprire, perché quell'uomo c'è sempre stato. Grazie ai ragazzi della comunità, discreti, sorridenti, disponibili, che hanno vissuto l'inferno e un giorno si sono detti che era presto per andarci a finire e che poteva esistere un'altra via, un'altra vita, ragazzi i cui destini si intrecciano per il tempo di un risveglio.

Vi lascio con le immagini di quel giorno e la ricetta di oggi, che come leggerete, è un regalo di una cara amica di Rimini, Marina, che tante volte ho citato in queste pagine.





PIADA LIBERA TUTTI!

La ricetta dell'impasto di questa piadina è della dolce Marina, de La tarte Maison. Una ricetta della sua famiglia, quindi ancora più preziosa. La trovate sul suo bellissimo blog a questo link. Anche a lei devo la bellezza di quei giorni. Una serata meravigliosa trascorsa nel museo in cui lavora, ad ascoltare i suoi racconti appassionanti, lei che ama il suo lavoro e lo fa con il rigore, il rispetto e l'amore di cui parlavo prima, ed è capace con il suo entusiasmo di spiegare l'archeologia e l'epifania di una scoperta agli occhi incantati di una bambina. Lei che ci ha fatto assaggiare la più buona piadina di Rimini (dopo la sua!), il gelato più celestiale, che ci ha portate nella Casa del chirurgo e nei borghi antichi della sua cittadina, dove avverti la presenza di Fellini in ogni angolo e ti sembra che la magia esista ancora.



Per l'impasto di Marina

500 g di farina 0
100 g di strutto (possibilmente di Mora romagnola. Buffa coincidenza, ho visto per la prima volta dal vivo questi suini a San Patrignano)
un cucchiaino raso di bicarbonato
un cucchiaino raso di sale
120 g di acqua tiepida

Per il ripieno
ingredienti per 6 piadine
12 fichi maturi
600 g di ricotta di pecora (per un ripieno più ricco 800 g)
12 fettine sottilissime di guanciale
cannella in polvere (io la preparo così)
distillato di lamponi

Preparare la fontana con la farina. Intorno alla fontana distribuire il sale e il bicarbonato. Mettere al centro i pezzetti di strutto con l'acqua tiepida (la quantità è indicativa, la consistenza dovrà essere soda) e cominciare a sciogliere lo strutto nell'acqua incorporando poco a poco la farina. L'impasto deve essere sodo come quello che si prepara per la pasta. Impastare per 5/10 minuti, dopodiché lasciare riposare per un'oretta sotto un piatto.
Setacciare la ricotta di pecora, aggiungendo il siero. Profumare la ricotta con una generosa spolverizzata di cannella in polvere. Lasciare marinare le fettine di guanciale (che devono essere sottilissime) nel distillato di lamponi per circa un'ora. Spellare i fichi e tagliarli in quattro.
Trascorso il tempo necessario, dividere l'impasto della piadina in 6 parti. Stendere delle piadine piuttosto sottili. Cuocerle su un 'testo' in ferro o in ghisa ben caldo (io ho utilizzato la pietra che vedete in foto).
Togliere il guanciale dalla marinata e in un padellino antiaderente molto caldo farlo colorire da ambo i lati finché non diventerà croccante.
Farcire le piadine con la ricotta, i fichi e il guanciale croccante, ripiegando la seconda metà della piadina sul ripieno. Servire calde.


40 commenti:

  1. Io sento già il sapore della piadina (che è una certezza visto che proviene dall'archivio di Marina) e un 10 e lode per essere una food blogger che osa anche nei video che ti porterà diritto al red carpet :-) Bravissima

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, la piadina è una certezza. Provala e vedrai. Una poesia. Il red carpet è assai meno certo, ma sono una di quelle che si diverte a partecipare :)
      Grazie di cuore Robi, un abbraccio :D

      Elimina
  2. Un post scritto con il cuore e che mostra la tua sensibilità. Complimenti per la piadina e in bocca al lupo per il concorso...vado subito a votare!
    Enrica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per le tue parole Enrica, grazie di cuore. Un abbraccio

      Elimina
  3. Sei grande, in bocca al lupo, un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Michela, troppo buona! Ti abbraccio :D

      Elimina
  4. Mi ha molto colpito quello che hai scritto, che condivido in pieno.. hai saputo raccontare con dolcezza e passione una realtà come quella di San Patrignano, che è molto diversa da come la maggioranza delle persone la conosce.
    Eppoi c'è questa meravigliosa piadina, Marina è una garanzia e tu hai saputo abbinare gli ingredienti in modo perfetto.. in bocca al lupo per il contest, sarà un piacere votarti! un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francy hai ragione, Marina è una garanzia. Sulla comunità penso che troppo spesso ci dimentichiamo di astenerci dal giudicare. Hai notato come in Italia con quanta facilità una persona osannata viene messa alla gogna? Proprio non riusciamo a credere che le cose si possano fare con buoni propositi, anche se poi in corso d'opera di deve per forza aggiustare il tiro. E' proprio vero, siamo un popolo che ha bisogno di santi e di eroi, e i santi e gli eroi non sbagliano mai...
      Grazie per il tuo voto e per le tue parole. Un bacione a te!

      Elimina
  5. Due goccioloni, anzi di più, oggi me li hai fatti fare un paio di volte...
    Un racconto che tutti dovrebbero leggere, perchè regala tante verità e ci accomuna perchè la sfiga non esiste, ma esiste il libero arbitrio e esistono le circostanze, ma la sfiga no.
    Ti voglio bene. E' una gioia per me conoscerti ed esserti amica fratella.
    Vorrei solo essere un po' più vicina...porcaccia miseria ladra! :)))

    Sulla piada non posso dire che meraviglie! La ricetta è di una romagnola doc e qui non si sbaglia mai!

    Un basin e una abbracciatona forte forte.

    La Sabribio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima amica fratella, veramente i goccioloni me li hai fatti fare tu oggi e anche ieri :D Che giornate buffe e ricche di emozioni. Sì, sono d'accordo con te, abitiamo troppo lontane, boia d'un mond leder!!!!
      Ti voglio tanto bene anch'io e sei un esempio di forza per me. Dico sul serio. Sono d'accordissimo con te, la sfiga non esiste. Odio pensarlo, non ci credo. Esistono come dici tu, le circostanze e il libero arbitrio. A volte si mette malissimo e non si ha la forza di reagire, ma non è sfiga, è vita.
      Ti abbraccio forte forte Sabribio, la tua sabisocucchia :D :D :D

      Elimina
  6. Un regalo, ecco cosa siete state tu e GG quel giorno. Da quando ci siamo viste ogni tanto spingo un piccolo interruttore interno a vi risento: le nostre chiacchiere, le domande di GG, il piacere di abbracciarvi e di condividere un po' del mio quotidiano con voi.
    L'emozione di quei giorni è stato un dono, di quelli che si portano con sé, che si scartano piano piano e di cui ti ringrazio ancora e ancora e ancora... ma ormai abbiamo intrecciato i nostri fili e mi sembra impossibile anche solo pensare di non continuare lungo questa strada.
    Un bacio grandissimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che belle parole Marina, grazie! Conserverò anche queste insieme ai bei ricordi condivisi con te. Mi saranno di aiuto nelle giornate fredde e senza sole. Anche GG ci ripensa spesso e ricorda anche lei. Mi ha fatto piacere scoprire un po' del tuo mondo. Puoi starne certa, le nostre strada non si divideranno. Grazie ancora di cuore, ti abbraccio e ti tengo stretta stretta.
      A presto.
      Baci grandi
      Sabina

      Elimina
  7. Bellissimo post Sabrina, emozionante e toccante. Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Presidente, grazie di cuore. Ti abbraccio forte forte. Sxx

      Elimina
  8. Goedkope UGGs Kopen Kaimenzi heet Kinder UGGs Sale gokken steen, ook wel bekend als het gokken waren. gokken steen of dunne of Goedkope UGGs Kopen dikke huid verpakt in de originele stenen huid, verschillende gokken steen kleuren, rood, geel, wit. Goedkope UGGs Kopen geen, zoals gokken leven steen weddenschap wint, tien keer om een miljonair te verdienen;. bet instorten, verliest alles te doen verliezen. UGGs sale vergeleken met gokken steen handel, aandelen, Goedkope UGGs Kopen onroerend goed en andere risicovolle transacties worden overschaduwd door de warmte .zwart en recente en gemengde kleuren. jade Nep UGGs Kopen handel in de meest winstgevende, meest verleidelijke, Goedkope UGGs Kopen maar ook het risico van de grootste niet-gokken steen sieraden industrie jargon anders dan gokken

    RispondiElimina
  9. walking side by barbour jackets outlet side on the road, do not speak. In fact, do barbour outlet not know what to say. Road so late, had to send their own to send her back. But already barbour sale ahead of myself, barbour outlet One took him to barbour outlet the door and then let the Blue wins Germany sent him. cheap had wanted to barbour outlet refuse, Tianxin want to deny it was too late. Two people

    RispondiElimina
  10. Polo Ralph Lauren Pas Cher tête poing battre pour. pas cher Polo Ralph Lauren Pas Cher fuite précipitée, Polo Ralph Lauren Pas Cher Muhammad Ralph Lauren Soldes ne me tue pas me rend fou vous mettez. Je voulais juste maudit, un plus grand que sa mais il a été jeté à terre une autre poing. Le vieil Polo Ralph Lauren Pas Cher Ralph Lauren Soldes homme l'excitation affectueusement, cria pas cher a été jeté hors du ring.

    RispondiElimina
  11. ugg outlet store, http://www.uggoutletstore.eu.com/
    tory burch outlet online, http://www.toryburch.in.net/
    babyliss pro, http://www.babyliss.us.com/
    coach outlet, http://www.coach-outlet-store.us.com/
    redskins jerseys, http://www.washingtonredskinsjersey.com/
    new york knicks, http://www.newyorkknicksjerseys.com/
    louis vuitton outlet online, http://www.louisvuittonus.us.com/
    cleveland cavaliers, http://www.cavaliersjerseys.net/
    christian louboutin shoes, http://www.christianlouboutinoutlet.org.uk/
    puma outlet, http://www.pumaoutletonline.com/
    ray ban sunglasses outlet, http://www.raybansunglass.us.com/
    instyler ionic styler, http://www.instylerionicstyler.com/
    dansko shoes, http://www.dansko-shoes.us/
    tory burch outlet online, http://www.toryburchoutletonline.in.net/
    ysl outlet, http://www.ysloutletonline.com/
    ray ban outlet, http://www.raybansunglassesonline.in.net/
    blackhawks jersey, http://www.chicagoblackhawksjersey.us/
    nike air max 90, http://www.airmax90.us.com/
    chicago blackhawks jersey, http://www.chicagoblackhawksjersey.us/
    minnesota vikings jerseys, http://www.minnesotavikingsjersey.us/
    925

    RispondiElimina
  12. cyber monday deals, http://www.blackfridaydeals.us.com/
    ray-ban sunglasses, http://www.ray-bansunglasses.eu.com/
    nfl jersey wholesale, http://www.nfljerseys-wholesale.us.com/
    new balance shoes, http://www.newbalanceshoes.in.net/
    iphone cases, http://www.iphonecase.name/
    north face outlet store, http://www.thenorthfaceoutletstores.org/
    cardinals jersey, http://www.arizonacardinalsjersey.us/
    manchester united jersey, http://www.manchesterunitedonline.com/
    new york jets jerseys, http://www.newyorkjetsjersey.us/
    coach handbags outlet, http://www.coachhandbagsoutletonline.us.com/
    denver broncos jerseys, http://www.denverbroncos.org/
    beats by dre, http://www.beats-headphones.in.net/
    new england patriots jerseys, http://www.newenglandpatriotsjerseys.us/
    cheap ugg boots, http://www.uggaustralia.in.net/
    nike foamposite, http://www.foampositeshoe.net/
    swarovski crystal, http://www.swarovskicrystals.co.uk/
    michael kors handbags outlet, http://www.michaelkorshandbagsoutletstore.us.com/
    timberland shoes, http://www.timberlandboots.name/
    iphone 6 cases, http://www.iphonecase.name/
    coach outlet store, http://www.coachoutletonline-store.us.com/
    tory burch outlet online, http://www.toryburch.in.net/
    109

    RispondiElimina
  13. mizuno running shoes, http://www.mizunorunningshoes.us/
    ray-ban sunglasses, http://www.ray-bansunglassess.in.net/
    hermes outlet store, http://www.hermesoutletstore.us.com/
    michael kors outlet online, http://michaelkors.outletonlinestores.us.com/
    celine outlet, http://www.celineoutletus.com/
    eagles jerseys, http://www.philadelphiaeaglesjersey.us/
    falcons jersey, http://www.atlantafalconsjersey.us/
    chanel handbags outlet, http://www.chanelhandbagsoutlet.in.net/
    oakley sunglasses, http://www.cheapoakleysunglassess.us.com/
    mulberry uk, http://mulberryoutlet.outlet-store.co.uk/
    nike air max 2014, http://www.airmax2014.net/
    chiefs jersey, http://www.kansascitychiefs.us/
    mulberry outlet store, http://www.mulberryoutlet.com.co/
    michael kors outlet, http://www.michaelkorsfactoryoutlet.us.org/
    discount oakley sunglasses, http://www.oakleysunglassesdiscount.us.com/
    ferragamo shoes, http://www.ferragamo.eu.com/
    tommy hilfiger, http://www.tommyhilfigers.net/
    louis vuitton bags, http://www.louisvuittonhandbagsoutlet.co.uk/
    cheap jordans, http://www.jordan-shoes.us.com/
    ray-ban sunglasses, http://www.rayban-sunglassess.us.com/
    109

    RispondiElimina
  14. Risposte
    1. Nhằm hướng tới những khách hàng sở hữu một căn hộ không rộng rãi, trang tri noi that đã mang đến một bộ sưu tập khá chi tiết các sản phẩm do go phong khach, do go noi that phong ngu, do go noi that nha bep với màu sắc êm dịu, chẳng hạn như màu xám, màu gỗ tự nhiên, màu vàng...mang lại một cảm giác thoải mái cho căn phòng, đồng thời tạo thêm điểm nhất cho căn phòng bằng một chiếc ghế sofa , tu bep khá sáng tạo. Nếu bạn còn không có nổi thời gian để mua sắm một diện tích làm việc, hãy xem xét do go noi that van phong của chúng tôi, nó tận dụng tối đa diện tích cho căn phòng, một chiếc bàn gập vừa đựng đủ một chiếc laptop và vài cuốn vở, phía trên có ngăn nhỏ đựng sách. Nếu bức tường trước mặt bạn quá tẻ nhạt và buồn chán, nếu bạn là một người năng động và sáng ạo, hãy chọn cách trang trí gia cong sat, sat my thuat,gia cong inox để sở hữu một căn phòng làm việc vừa độc đáo vừa thú vị

      Elimina
  15. Công ty sản xuất giày nam đẹp cao cấp với giày công sở nam đẹp nhất và giày lười nam đẹp. Chuyên nhận thiết kế nội thất tại hà nội, đơn vị thiet ke noi that căn hộ chung cư vinhomes nguyễn trãi với nội thất tiện nghi chung cu vinhomes nguyen trai hiện đại trong thiết kế vinhomes nguyễn trãi đẳng cấp vinhomes nguyen trai là căn hộ cao cấp vinhome nguyen trai chất lượng hàng đầu vinhome nguyễn trãi gần gũi với thiên nhiên vincom nguyen trai trung tâm thương mại vincom nguyễn trãi

    RispondiElimina

grazie per i vostri commenti, mi fanno sempre piacere!