lunedì 10 novembre 2014

Torte autunnali di frutta...si comincia ancora da qui! Ancora una volta...


Annunciazione, Annunciazione....ci siamo, dopo un anno di lavori, patimenti, fatiche, gioie e dolori, stasera 10 novembre alle ore 19 iniziamo finalmente i corsi di cucina a so cook!
E' stato un anno durissimo, tanta la burocrazia che abbiamo affrontato, molteplici le difficoltà. Ma ci siamo riusciti. Parlo al plurale perché senza l'aiuto di tante persone non ce l'avrei mai fatta e non ce la farò. E sempre come fu per il blog, inizio anche stavolta dicendo Grazie! Buffo, ma quasi tutte le persone che sono in quei ringraziamenti di allora, sono ancora tutte lì, a dover essere ringraziate di nuovo. Grazie, grazie di cuore a tutti voi. E la cosa bella è che se ne sono aggiunte altre, che il blog e questa nuova vita mi hanno portato. Grazie quindi anche alle nuove felici apparizioni nella mia vita.
Come fu per il blog, tre anni fa, si parte dalle torte di frutta. Portarono bene allora, saranno di buon auspicio anche oggi.


E giovedì 13 novembre non perdete la prima cena di so cook! con Re-Implere, una cena teatro, in cui si vive l'esperienza del teatro a tavola, nel corso di un pasto in cui i commensali saranno coinvolti nell'avvincente trama.


Per informazioni e per iscrivervi ai corsi troverete alla pagina Contatti tutti i riferimenti utili.
And for my international readers from all over the world, please have a look to the English version of our web page.
Vi aspetto, anzi, vi aspettiamo! We'll be waiting for you!


lunedì 3 novembre 2014

Zuppa di fagioli Verdon, pomodori regina di Torre Canne, fagiolini secchi svizzeri e croccante di prosciutto di pecora olandese...la mia top ten del Salone del Gusto


Eccomi di ritorno dal Salone del Gusto di Torino che, come sempre, ha rappresentato per me un'esperienza incredibile, intensa, formativa, emozionante, coinvolgente. Bella l'atmosfera che si crea ogni volta con la bella Gente del Fud, emozionante rivedere volti amici e sostare piacevolmente come la volta scorsa nello Stand Garofalo, sentirsi coccolati, accolti. Bello vedere come lo staff lavori in un clima piacevolissimo e disteso, nonostante l'enorme carico di lavoro. Lo notai due anni fa e lo ribadisco, invidio questa loro capacità di lavorare bene in modo sereno e disteso, gentile e attento. Quest'anno il nostro coinvolgimento come blogger in rappresentanza dell'AIFB-Associazione Italiana Food Blogger, ha previsto la partecipazione a cooking show tenuti dagli Chef della Scuola di Niko Romito nell'ambito del progetto Unforketable, e la nostra presenza come story teller prima, durante e dopo il Salone. Nel mio caso allo stand ho parlato del pecorino irpino e della storia della pecora laticauda, una vera scoperta per me, pecora dalla coda larga che ha origini berbere, la cui coda rappresenta un'importante riserva di grasso che ne garantisce la sopravvivenza e il mantenimento della specie nei periodi di magra e di siccità. Pecora diffusa in particolare nel casertano e nell'avellinese. Ecco qui la sua preziosa coda.


martedì 21 ottobre 2014

Panna cotta al sale rosa dell'Himalaya e cannella con gelatina di Pizzutello nero di Tivoli...saliamo sull'Arca!


Sedia sediola, ...va a scuola, si porta un canestrello pieno pieno di pizzutello, la maestra gli fa festa e glielo butta dalla finestra. 
Ho sempre avuto un'antipatia innata per l'insensibilità di questa maestra zoticona. Ma dico, siamo matti? Buttare dalla finestra un frutto così buono e pregiato.


Oggi il mio racconto per il Salone prosegue con un prodotto dell'Arca del Gusto di Slow Food, il Pizzutello di Tivoli, conosciuto anche come uva corna Tiburtina.

mercoledì 15 ottobre 2014

Spuma di ricotta e caviale di caffè...del Salone del Gusto e altre storie, gimme 10!


A breve, fra poco più di una settimana, si terrà l'edizione 2014 del Salone Internazionale del Gusto di Torino. Alcuni soci dell'AIFB saranno presenti per raccontare il Salone con i loro occhi, ancora una volta accanto a Garofalo e alla bella Gente del Fud, che mi preme ringraziare e che non vedo l'ora di rincontrare. E stavolta anche insieme ai ragazzi di Niko Formazione, nell'ambito del Progetto Unforketable.


venerdì 10 ottobre 2014

mercoledì 3 settembre 2014

Piada libera tutti!...un video, una ricetta, un racconto


Ci sono post più difficili di altri da scrivere. Perché vorresti dire tanto, tutto, svelare un mondo, e poi ti trattieni. Allora cerchi la via giusta, quella dell'immediatezza, della sintesi, del riserbo, cancelli, riscrivi, cancelli di nuovo. Poi rileggi e quello che hai scritto ti sembra stupido, delirante, fuori luogo. E allora ricominci finché decidi che basta, è ora di chiudere il racconto e...vada come vada.
Oggi, in parte, saranno le immagini a parlare per me attraverso un video con il quale partecipo al Contest "Short Food Movie", un'iniziativa di Fondazione Cinema per Roma e Centro Sperimentale di Cinematografia, sostenuta dall'AIFB.


mercoledì 27 agosto 2014

Gnocchetti sardi al profumo di zafferano con rucola, patate, cacioricotta e sommacco...grazie in tutte le lingue del mondo!


Inizio questo post ringraziando i cari visitatori che nel corso di questi anni sono passati di qui, si sono fermati, hanno letto, hanno appuntato qualche ricetta, hanno riso, pianto, lasciato un commento. Spero che la sosta vi sia stata gradita. Grazie, perché avete superato da poco il milione e beh...è una cifra che fa paura. Non ci rendiamo conto a volte del fatto che il nostro diario raggiunga così tante persone, in ogni parte del mondo. Così voglio ringraziare con sincero affetto non soltanto i miei lettori italiani (ciao belli, un saluto di cuore ad ognuno di voi!), ma anche i visitatori dagli USA, dalla Francia, dall'Inghilterra, dalla Spagna, dall'Ucraina, dalla Romania, dalla Polonia, dai Paesi Bassi, da Israele, dall'Indonesia, dalla Giordania, dalla Federazione Russa, dalla Cina, dall'India, dal Giappone, dalla Turchia, dalla Malesia e da tanti altri paesi ancora: grazie a tutti i lettori, non voglio far torto a nessuno non citando singolarmente i vostri paesi d'origine, ma davvero, siete tanti e tutti nel mio cuore.
Vorrei ringraziarvi in tutte le lingue del mondo se solo le conoscessi. Ci provo, ho fatto una ricerca su google (ringrazio la fonte): Grazie! Merci! Thank you! Danke! Obrigado  Спасибо!  Gracias  谢谢!ありがう!ARIGATOU!Dziękuję!  Dank je / u! Mulţumesc!  Teşekkür ederim!  Tack!Tack så mycket Grazie!  Kiitos! תודה לך! Takk!  ďakujem, ďakujem vám ; Hvala!  شكراً!shokran  Ευχαριστώ!  감사합니다 Děkuji!  Tak skal du have!  Dankon!  Hvala, Hvala lepa, Najlepša hvala Gràcies! Faleminderit  Hvala!  Ačiū, De’koju, Labai ačiū ขอบคุณ ; ขอบคุณมาก(khàwp khun) ; (khàwp khun mâak)  shukrīya (بہت) شكريه (bahut) Cảm ơn cô ; Cảm ơn cô nhiều; Благодаря!Благодаря! Obrigado!” Gracias Þakka þér!  baie dankie ;  Takk fyri!  Sipas dekem  متشکرم!  Благодарам!  Hvala Vam! V Təşəkkür  Paldies!Pateicos! / Tencinu!  Terima kasih  Дуже дякую ;Дякую ; Спасибі! Баярлалаа ; Гялайлаа ; Танд их баярлалаа  Terima kasih  ধন্যবাদ (dhonyobād)  Salamat!  Trugarez ! Mersi !Trugarez Danke!

lunedì 18 agosto 2014

Pavlova al coulis di lamponi con pesche e menta...goduria allo stato puro!


In questa estate, fatta di qualche stacco e lavoro, ritorno a cucinare e mi coccolo con un po' di dolcezza. 
I lavori alla scuola di cucina proseguono nonostante il fermo estivo, ancora qualche intoppo burocratico, ma il traguardo dell'apertura si avvicina. Molti mi suggeriscono di scrivere un libro di 'memorie' sul percorso ad ostacoli rappresentato dall'apertura di un'attività nel nostro Bel Paese. Beh, fatemi finire e ci penserò. 
Vi lascio qualche foto dei work in progress e a seguire una ricetta molto golosa, goduriosa direi!

lunedì 28 luglio 2014

Zuccotto gelato gluten-free...dunque dunque, dove eravamo rimasti?


Quest'anno ho pubblicato davvero poco e mi rendo conto di quanto stia trascurando questo mio diario. La ricetta di oggi è legata a una bella esperienza vissuta di recente, ma prima di parlarvene è giunta l'ora di 'motivare' la mia scomparsa dal web e da queste amate pagine.
Ho accennato distrattamente, qua e là, ad un progetto che mi stava a cuore. Nei giorni scorsi nella sidebar del blog è apparso un banner nuovo, come potrete notare. Questo progetto ha assorbito tutte le mie energie fisiche e mentali negli ultimi mesi. Il progetto si chiama so cook! ed è la scuola di cucina che sto aprendo a Roma. Scuola di cucina e non solo....

www.socook.it by Pongo Design Web

venerdì 6 giugno 2014

Crema fredda di melone al profumo di menta con scampi...si vola in Puglia!


Questa volta la Cucina dell'Extravergine vola a Vieste, nel Parco Nazionale del Gargano, per provare un olio nella cui produzione macine a pietra e sistemi moderni prestano il loro contributo per ottenere un prodotto di alta qualità, offerto in dono da piante secolari.


martedì 29 aprile 2014

Ferratelle eque e solidali con grano saraceno e mosto cotto...èsSenza, è buono, è per tutti

 

E' così tanto tempo che non scrivo per il blog, che quasi quasi ho dimenticato come si fa. E' tempo di rimediare ed è tempo di farlo partecipando ad un Contest molto originale, che parla di cose sane, buone, per tutti, indetto dalla pluricitata, mitica, Patty Pat di Andante con Gusto, in collaborazione con Pamirilla e Maria di Cose dell'altro pane, una realtà molto nota e apprezzata qui a Roma: èsSenza? è buono!

venerdì 21 marzo 2014

Minestra di arzilla e broccoli...è di scena l'olio evo abruzzese!


Ed eccoci al nostro appuntamento quindicinale con La Cucina dell'Extravergine, in collaborazione con l'Associazione Nazionale Città dell'Olio. E' di scena l'Abruzzo, Tocco di Casauria per l'esattezza, paesino del pescarese definito come felice esempio di 'green case' dal New York Times, grazie al progetto di produzione di energia alternativa. Protagonista di oggi l'Olio Evo Giardini di Giulio.



sabato 8 marzo 2014

Semifreddo di vaniglia e barolo chinato, con coulis calda di lamponi e spuma al basilico per "UnlampoNelCuore"


Tutto è nato da qui, da questo post di Anna Maria Pellegrino, persona che stimo, donna di profondo spessore, che ha portato alla luce frammenti di morti impunite, brandelli di guerra insensata. Un pugno dritto in faccia, assestato bene. Perché le coscienze bisogna scuoterle. E Alessandra Gennaro ha colto la palla e rilanciato. E tante amiche le hanno dato una mano.
E' stato sotto gli occhi di tutti. Ce lo siamo lasciato scorrere accanto. Il massacro perpetrato ai danni della popolazione musulmano-bosniaca fra il 10 e il 19 luglio del 1995 nell'enclave di Srebrenica. Come si fa? Come si può? Eppure è successo. A pochi chilometri dalle nostre case tranquille, dalla nostra routine quotidiana, in quella Jugoslavia dove indugiavamo in vacanza sino a poco tempo prima, migliaia di uomini, ragazzi e bambini sono stati trucidati, torturati, uccisi. In nome di cosa? Per quale motivo? Perché erano capaci di combattere, perché rappresentavano una potenziale minaccia per le truppe nemiche.  

mercoledì 26 febbraio 2014

Tortino di orzo perlato su crema di zucca gialla e pancetta di cinta...ancora Siena e stavolta, Doppio Fuoco!


Quanto tempo è passato? Tanto. Tantissimo da che non pubblico una ricetta, tantissimo dalla splendida avventura di Siena and Stars di quest'estate. Ho scritto a ritroso di quell'esperienza: la prima puntata e poi la seconda. Mancava la terza. E aspetta oggi, aspetta domani, mi ritrovo a scrivere della terza e ultima puntata, annunciandone contemporaneamente una nuova. Buffo, perché il protagonista della terza puntata che mi accingo a scrivere e di quella nuova sarà sempre lo Chef Ettore Silvestri dell'Antica Trattoria Botteganova di Siena, Presidente dei Ristoratori senesi.
Insieme a lui avrò il grande onore di 'animare', culinariamente parlando, due giornate senesi che si svolgeranno il 27 e 28 febbraio. Un Doppio Fuoco incrociato o meglio, un'avventura a quattro mani, che ha preso vita sotto il patrocinio della neonata Associazione Italiana Food Blogger - AIFB, la Confcommercio di Siena e il Consorzio Agrario di Siena. Una delle prime uscite ufficiali dell'AIFB.



lunedì 24 febbraio 2014

Conchiglioni ripieni di mozzarella di bufala e alici marinate sottovuoto al profumo di tè kukicha, caviale di arancia rossa, pesto di indivia riccia e aria di basilico... percorrendo Le strade della Mozzarella


Non avrei dovuto, ma la tentazione è stata troppo forte. In un periodo di grande impegno e somme rogne per l'apertura della scuola di cucina, il Contest indetto da Le strade della Mozzarella, “Pasta Bufala e Fantasia! Reinventa la tradizione”, in collaborazione con Pastificio dei Campi di Gragnano, avrei dovuto ignorarlo per questioni di sopravvivenza. Ma come facevo a rinunciare? Il tema era troppo intrigante, la tentazione ghiotta:
"Interpretare un piatto della tradizione usando delle nuove tecniche di cottura e di preparazione come il sottovuoto, la sferificazione, la liofilizzazione...Sarà necessario usare nella ricetta la Mozzarella di Bufala Campana Dop ed una trafila a scelta del Pastificio dei Campi. Nei criteri di giudizio delle ricette sarà preponderante la valutazione dell'utilizzo della tecnica in rapporto al risultato ottenuto".


giovedì 6 febbraio 2014

Nasce l'AIFB, Associazione Italiana Food Blogger


Ci siamo. Emozionati, felici, ansiosi di condividere con voi un progetto in cui crediamo e che oggi viene alla  luce dopo due anni di lavoro ‘dietro le quinte’.

L’AIFB - Associazione Italiana Food Blogger - è appena nata, ma il suo embrione pulsante di vita aspettava da tempo di venire alla luce. Questo embrione aveva bisogno di un nido accogliente, di un ‘luogo’ ideale per crescere. Un luogo in cui persone che condividono il medesimo modo di vivere il cibo possano ritrovarsi, ufficializzare la propria presenza e sentirsi riconosciute come parti di un medesimo e più ampio progetto. Per istituzionalizzare quello che noi food blogger facciamo da sempre quando ci incontriamo: condividere una passione, parlare di cibo, degustare, scambiarsi conoscenze e esperienze, confrontarsi con altri mondi.

Fin dai suoi primi passi l’AIFB avrà bisogno di mani salde e amorevoli che l’aiutino a crescere sana e forte, all’insegna di principi che consentano reali opportunità di condivisione, incontro, crescita e conoscenza per tutti coloro che amano il cibo e lo celebrano attraverso un blog.

Crediamo che tutto questo possa divenire realtà attraverso il vostro contributo e le vostre idee. Perché l’AIFB è di tutti e tutti noi possiamo aiutarla a crescere e prendere forma.

Salite a bordo con noi e AVANTI TUTTA!
www.aifb.it

lunedì 6 gennaio 2014

Tartufi al rum (e alla confettura di fragole per i bimbi)...perché l'Epifania tutti i dolci si porta via!


Abbiamo fatto 30, facciamo anche 31. La glicemia è in picchiata ai limiti dello yin. Diamole un'altra spinta e facciamola diventare yang.
Queste delizie le ho conosciute grazie a Fabio e Annalù di Assaggi di viaggio, che una volta me ne hanno fatto graditissimo dono...mai palato assaggiò nulla di più sublime. Non finirò mai di ringraziarli. La ricetta originaria prevede cioccolato al latte e confettura di fragole. Avendo un'autentica, viscerale passione per i cuneesi al rum e per il cioccolato fondente, ho voluto provare una versione 'strong' sostituendo alla cioccolata al latte, il cioccolato extra noir e alla confettura di fragole, il rum. Mia figlia ama il cioccolato amaro e se i vostri bimbi sono come lei, potete tranquillamente servire loro la versione con cioccolato fondente e confettura alle fragole, altrimenti optate per il mirabile originale di Fabio e Annalù con cioccolata al latte. Li riproverò anche con il peperoncino, come mi ha suggerito l'accostamento casuale che ho scelto per la foto. Una promessa golosa.

venerdì 3 gennaio 2014

Pandoro delle sorelle Simili....rewind...buon 2014 e viva la sorellanza!


Va bene, va bene, ormai lo sapete, faccio tutto al contrario. E con l'anno nuovo pubblico la ricetta del pandoro delle sorelle Simili. Colpa mia se prima di Natale non ho avuto tempo? Teniamocela da conto per l'anno prossimo, oppure facciamola per l'ultimo scampolo di festeggiamento, per la Befana, per i nostri bimbi. Eh già. I bimbi. Complice una bruttissima bronchite della mia, di bimba, queste feste le ho passate a casa, rinchiusa, murata. Chi ha figli può capirmi. Hanno la malattia a tempo, laddove tempo va letto dal venerdì sera alla domenica, nei week end, sotto le feste, a ferragosto, durante le vacanze al mare. Tu sei lì che pianifichi, ti prepari, programmi e loro...tac...si ammalano. Potresti scommetterci grosse cifre, c'è da giurarci. 
Però non tutto il male viene per nuocere, lo dico sempre. Mi sono riposata, ne avevo un gran bisogno. La mia bimba ha potuto coltivare il suo sport preferito, la 'mammite' (lo conoscete? consiste in dosi massicce di abbracci, coccole e baci ricevuti a intervalli regolari) e ho preparato ricette per il blog. Non male, direi. Questa ricetta la dedico alle mie amiche. Con loro pratico anch'io uno dei miei sport preferiti, si chiama 'sorellanza'. Questo sport non è per  tutti, ve lo dico. Sì perché a volte nasconde delle insidie che lo rovinano. Colpa dei protagonisti, colpa di noi donne, mi metto al primo posto. Donne contro le donne. Sempre troppo tardi quando capiremo che non è così che funziona.