lunedì 19 novembre 2012

Torta al cioccolato con confettura ai loti, vaniglia e peperoncino scotch bonnet...succede al Club delle Cuoche!


Annunciazione! Annunciazione! Annunciazione! Mancano 15 giorni alla scadenza del 2 dicembre (scadenza protratta) per il Contest "Voglia di orto: Maramamo perché sei morto?" (countdown, coutndown, countdown!!!!) e in seguito alle numerose richieste abbiamo aperto il Contest ai possessori di orto che non hanno un blog. Potranno associarsi a chi ha un food blog. Al via quindi anche le collaborazioni fra blogger e possessori di orto. Potete unirvi per il Contest e preparare insieme una ricetta. Per chi invece non ha un orto, mi piace citare Luisanna Messeri a proposito dello spirito del Contest: "Non importa avere metri quadri di orto...l'orto può essere anche una dimensione mentale, oppure un vasetto sul davanzale. Avanti, c'è l'orto per tutti!!!! Luis". Ho parlato di Luisanna e Maria nel post di lancio del Contest, vi ho raccontato come e quando ho conosciuto Luisanna Messeri ma della loro scuola, il Club delle Cuoche, ancora no....mi pare giunto il momento di farlo, non vi pare?
In una bella serata romana, il 18 ottobre...sì lo so, è passato un mese, ma insomma sapete che con i miei tempi prima o poi arrivo no? Insomma, si diceva, in una bella serata romana, il 18 ottobre, con una deliziosa cena di presentazione per la stampa il Club delle Cuoche ha aperto i battenti. E' stata una serata piacevolissima cui sono andata titubante e timorosa non conoscendo nessuno a parte Luisanna e Maria, le belle padrone di casa. "Ma che ci faccio io in mezzo a giornalisti che non conosco? Ma sarà una cena formale? Uffa che accidenti mi metto? Sono ingrassata e non mi sta più niente. Ma perché non mi metto a dieta? Fiuuuuuu, la chiusura lampo si è chiusa, menomale! Giuro che stasera non mangerò nulla, ho deciso. Da stasera a dieta!". Sapete le paranoie che spesso noi donzelline siamo solite farci? Ecco, prima di uscire e strada facendo le ho richiamate tutte alla mente. Ma proprio tutte eh? E poi: "Fotografo durante la cena o non fotografo? E mi porto la Reflex nuova o la vecchia Bridge? Ma sì dai, stai facendo un corso di fotografia portati la Reflex no? Sì, ho deciso, vada per la Reflex. E se poi non la so usare? Basta, prendi 'sta Reflex ed esci!!!". E così sono uscita. E appena entrata nella scuola...puf!...avete presente un palloncino che si sgonfia? Ecco, appena entrata mi è successo questo. Sono entrata a casa mia. Io non so cosa sia stato esattamente a farmi sentire così per tutta la cena, se la splendida cordialità delle padrone di casa, l'atmosfera calda e conviviale, l'arredamento di ottimo gusto, le cucine a vista, le luci soffuse, i comodi divani su cui puoi sedere e colloquiare amabilmente, le belle credenze, le pareti bianche, gli attrezzi da cucina in bella mostra, la libreria con tanti titoli colorati, lo splendido assortimento di invitati, il fermento in cucina, gli stuzzichini deliziosi in bella mostra, le candele, i fiori, i peperoncini colorati sparsi qua e là sui tavoli, la cena gustosa e abbondante (Dieta? Chi ha parlato di dieta? Io no!), i miei splendidi vicini di tavolo, fatto sta che questa sensazione di casa l'ho ritrovata anche quando sono tornata con mia figlia per la prima lezione sulle merende. Provare per credere. Entri e ti senti a casa. E il bello è che non vorresti più andar via. Impari e godi. Chiedetelo a mia figlia che bimbetta in erba si è sentita coccolata a suon di abbracci, cioccolata, carezze e torte, garbatamente messa al centro dell'attenzione (perché sapete come sono i bambini...vagamente egocentrici...perlomeno mia figlia, piccola Arietina, lo è), dolcemente intrattenuta durante la lezione che ho potuto seguire con l'aiuto di tutti. Chiedetelo a lei che va dicendo a destra e a manca che ha conosciuto Luisanna, la signora del libro, della tv e del telefono con l'accento uguale alla Franci, l'amica fiorentina della mamma. E va raccontando dell'altra signora gentile, Maria, che le ha fatto sbucciare le mele. E va decantando 'l'ascensore con la sedia' e la stanza da bagno pulitissima, particolare cui lei presta particolare attenzione...eh sì, prima di entrare in un bagno chiede sempre se è pulito, io non so 'sta bambina certe cose da chi le impara. Comunque i bambini non sbagliano, i bambini hanno fiuto e la scuola è diventata uno dei suoi posti preferiti. Sbirciate sul sito e guardate tutte le proposte accattivanti in calendario. Fra le mie preferite: "Parlare e mangiare: qui si può fare", incontri ravvicinati con autori e scrittori di libri di cucina e "Chiacchiere in cucina: incontri con gli artigiani della cucina e i produttori di qualità"...L'altra sera a lezione con lo Chef Francesco Apreda c'era fra gli studenti un mito per me...Serena Dandini. Quando l'ho saputo mi sarei morsa le mani. Avrei voluto esserci anch'io a seguire la lezione di fianco a lei!!!! ....Maria, Luisanna...ripetete per favore????
E a proposito di donne in gamba. In quella serata poi ho conosciuto Rita Salvadori, Miss Peperita, la signora dei peperoncini. Ma che bell'incontro! Voglio andare assolutamente a trovarla nella sua tenuta toscana vicino Bolgheri. Venite con me? Sbirciando sul suo sito ho letto che Rita coltiva in biodinamico, metodo steineriano che promuove la fertilità del terreno, il benessere delle piante e la qualità dei prodotti. Nessuno sfruttamento intensivo del terreno ma al contrario arricchimento dello stesso attraverso il processo produttivo, nel pieno rispetto dell'equilibrio naturale. Detto ovviamente in due parole due. Rita applica il concetto di biodiversità nelle sue colture così da tenere 'naturalmente' lontani insetti e parassiti dannosi attraverso piante di fico, siepi di rovo e biancospino. Tutto questo per dare rifugio agli uccelli che di questi insetti si nutrono. Il concetto di biodiversità mi affascina. Nei mesi scorsi sono stata in un'azienda che produce vino vegano in filiera. Attorno ai filari di viti c'erano diversi appezzamenti di terreno, uno quasi paludoso, umido, sul quale volavano centinaia di farfalle variopinte, un altro apparentemente abbandonato con sterpaglie secche e ovunque, all'interno dei filari, piante di rose che sembravano distribuite a caso. Tutto era invece appositamente studiato per 'deviare' insetti e farfalle distogliendoli dai grappoli d'uva.
Nell'azienda di Rita sono presenti allo stato attuale 29.000 piante di peperoncino di 200 varietà che Rita trasforma in mirabili prodotti e poi olivi, ortaggi, alberi da frutto. Da lei ho imparato che i peperoncini vanno tagliati nel senso della lunghezza in modo da staccare agevolmente il filamento amaro. Ho imparato che se metti a seccare i semi con il filamento quest'ultimo perde l'amaro e se frulli tutto insieme una volta seccato ottieni un concentrato vitaminico naturale. Ho annusato le polveri contenute in un cofanetto, le ho abbinate alle deliziose pietanze servite, provate sulla crema che accompagnava i deliziosi piccoli bomboloni fritti alla crema, ho mangiato peperoncini crudi dai variegati sapori, messo la puntina del mignolo su un peperoncino piccante che più piccante non si può e che solo a sfiorarlo con la suddetta punta del mignolino e passarlo sulle labbra prendi fuoco....Questo e altro ancora succede al Club delle Cuoche...

Lascio che siano le foto di quella serata a parlare al posto mio....lo so, non si porta una Reflex appena ricevuta in regalo se devi fotografare durante un evento. Io la data ero certa di averla tolta e invece....c'era. Ed è venuta stampigliata su tutte le foto...va beh almeno siamo certi di ricordarcela, no? E voi ricordate che il Contest scade il 2 dicembre? Vi aspettiamo il 9 dicembre al Club delle Cuoche per la premiazione...partecipate al Contest e la foto con la data stampigliata sopra la scatterò anche a voi, promesso!!!!











 



Ed ecco lo scotch bonnet con cui ho preparato la confettura di oggi...



Poteva mancare la pappa al pomodoro? Certo che no! Divina...


E la dieta è andata inesorabilmente a farsi benedire....e non ho fotografato tutto....troppo presa a mangiare, sorseggiare vino e chiacchierare....alcune delle mie attività preferite!






Buoni che non potete capire quanto....pure questi ho mangiato..tutti e 3!!!!


Ecco le magiche polveri di peperoncino...


Al lavoro....polpette di melanzane in arrivo....


La bella Maddalena...

 

 Foto di gruppo.....eh sì facevo proprio bene  a preoccuparmi.....come sono seriosi questi giornalisti!!!!



TORTA AL CIOCCOLATO

200 g di burro
200 g di cioccolato extra fondente (io ho utilizzato 100 g al 70% intenso e 100 g al 56%)
4 uova
130 g di zucchero
150 g di farina
1 cucchiaino di lievito

Fondere il cioccolato a bagnomaria, aggiungere il burro mentre la pentola è ancora sul fuoco, poi lasciar raffreddare.
In una ciotola battere le uova con lo zucchero e la farina, versare poi il cioccolato e la margarina fusi insieme, infine aggiungere il lievito. Girare delicatamente e versare in una teglia. Cuocere per 20 minuti a 190° (15 se volete che l'interno resti meno solido).

CONFETTURA DI LOTI, VANIGLIA E PEPERONCINO SCOTCH BONNET
Nota introduttiva: la confettura che vi propongo oggi, cotta al fiasco, l'ho preparata con i peperoncini scotch bonnet che avete visto in foto. Questi peperoncini hanno conferito un aroma pazzesco e una discreta piccantezza alla confettura. Perfetta accanto alla torta al cioccolato, regge bene l'accostamento con il cioccolato amaro, ma la vedrei anche accostata ad un pecorino. Da provare.

800 g di polpa di loti o cachi (circa 6-8 loti maturi)
400 g di zucchero
1 stecca di vaniglia
2 peperoncini scotch bonnet
1 goccio d'acqua

Lavare i cachi, spellarli, passarli al passaverdure. Pesare la polpa. Aggiungere lo zucchero. Mescolare. Versare tutto nel fiasco, aggiungere un goccio d'acqua e agitare il tutto. Mettere il fiasco sullo spargifiamma e cuocere 30-40 minuti dal bollore a fiamma bassissima. Se non avete il fiasco utilizzate un tegame. Tagliare i peperoncini nel senso della lunghezza, privarli dei semi, raschiarne l'interno per eliminare il filamento amaro e tagliarli prima a falde e poi a julienne. Appiattire la stecca di vaniglia con il dorso di un coltello, inciderla e toglierne i semi. A fine cottura aggiungere la vaniglia e i peperoncini alla confettura e far bollire per altri 5 minuti. Riempire con la confettura i barattoli sterilizzati (per la sterilizzazione leggete questo post), chiudeteli ermeticamente, capovolgeteli e avvolgeteli in un panno di lana.


42 commenti:

  1. Non so che cosa sia più bella, se la serata, la scuola, le tue foto o la torta. Ci devo pensare, ah si tutto. Io coltivo peperoncini ma non so mai cosa farci....dovrei farmi consigliare dalla signora dei peperoncini. Ciao e buona serata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie Annarita, grazie mille. Beh con i tuoi peperoncini potresti fare questa confettura oppure...e te lo dico perché l'ho sentito in quella serata...metterli nella confettura di albicocche e prepararci poi una Sacher...cosa che proverò presto anch'io!!! Ciao e buona serata a te!
      Sabina

      Elimina
  2. ottima la scuola e Luisanna è una donna formidabile....!
    ottima la tua torta cara...davvero invitante e chiede solo di essere mangiata!
    bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara, sì, è vero, non lo dico per piaggeria, ma Luisanna è una gran bella persona. Schietta e di buon cuore.
      Un abbraccio

      Elimina
  3. caspita che bella squadra e quante cose buone
    non conoscevo la marmellata di loti
    un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sabina cara, grazie, mi sento così in colpa...non commento più nessuno, è un periodo intenso e non riesco a fare più tante cose. Come stai? Elsa? Passo presto a trovarti. Intanto ti mando un abbraccio forte forte.
      Sabina

      Elimina
  4. Complimenti per tutto!!!
    Un bacio e buona serata
    Carmen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Carmen, grazie di cuore!!!!
      Sabina

      Elimina
  5. Che meraviglia, ovviamente mi riferisco a tutto! A presto Angela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Angela, benvenuta e grazie mille!!!!! Spero anch'io a presto e ti abbraccio.
      Sabina

      Elimina
  6. Beh, se volevi farci venire la voglia e ricordarci che non purtroppo non siamo a Roma per godere di questo splendido ambiente, ci sei riuscita benissimo! Mannaggiattè!
    E non vado oltre. Un bacio bella signora picanta!
    Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Patty Pat non si può fare proprio più nulla vero? Mannaggiamme!!!!!!!!!! Ma non è che si può sostituire il biglietto, trovare un last minute...insomma fare qualche operazione da brillante operatrice del settore???? Fammi sognare...
      Baci grandi
      Sabina

      Elimina
  7. Bè tutto sommato te la sei cavata con la reflex, hai reso perfettamente l'idea del clima della serata....e peccato non esserci.
    Per il tuo contest, ci sto pensando credimi, ma sono in pieno trasloco pro espatrio e ho tutta l'attrezzatura impacchettata, spero di farcela, davvero!
    Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Tranquilla Valeria, non devi affogarti, ci mancherebbe. Ci sono altre priorità. Dove stai andando di bello? Ti faccio una grande in bocca al lupo per il trasloco e a presto, quando vuoi. Baci grandi
      Sabina

      Elimina
  8. Che esperienza meravigliosa deve essere Sabi, e quanti stimoli....e quante cosine buone!!! Un bacio grande :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara Roberta....puoi viverlo anche tu, a pieno diritto in quanto partecipante al COntest :)) Verrai? Baci grandi
      Sabina

      Elimina
  9. Post bellissimo...deve essere stata una giornata da ricoerdare davvero. Io mi studio la ricetta perché è da un po' che volevo un dolce con un pizzico di sapore di peperoncino...
    Complimenti!
    simo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Simo, grazie mille. Provala e fammi sapere. Ho provato a fare la confettura anche con il caienna, ma lo scotch bonnet dà un sapore diverso, decisamente più convincente.
      Baci
      Sabina

      Elimina
  10. ciao sabina!! che bello leggere i tuoi post... trasmetti tutto quello che hai vissuto te in prima persona!! mi sembrava essere alla scuola di Luisanna... peccato essere lontana da Roma, ma non vedo l'ora di respirare quest'aria di persona il 9!!! :D e poi prima mi prenoto per la visita a Rita... hihihi... e poi per la foto con la data stampata!!! un bacione grande, Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahaha.....non vedo l'ora di conoscerti. Non mi sono scordata eh, appena abbiamo le idee chiare ti faccio sapere.
      Baci
      Sabina

      Elimina
  11. Sabi, ma perchè sei così lontana???? Anche io voglio il Club vicino a casa mia!!! :-)
    La tua torta così umida mi attira attira attira attira....
    bacioniiii

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Robi, vieni anche tu il 9 dai. Prepari una ricetta per il Contest e vieni. Ce la fai dalla mattina alla sera. Ci credi che ancora non ho letto il post del tuo Contest? Me ne ha parlato Patrizia e mi piace molto l'idea, direi geniale. Vedo di mettermi in pari nel week end. Non riesco a commentare più nessuno :(
      Baci grandi

      Elimina
    2. mi piacerebbe molto....poi ti scrivo una email.
      baci

      Elimina
    3. Ok bella a presto :))
      Baci grandi
      Sabina

      Elimina
  12. eccomi, non potevo partire e non passare a salutarti. ora che l'ho fatto, mi riattacca la nostalgia per non poter venire alla premiazione!!! peccato. non perchè penso di vincere, tutt'altro. ma perchè anche solo esserci mi sarebbe piaciuto. che dici? organizziamo in un altro periodo dell'anno, e vengo con te al club delle cuoche? un viaggetto a Roma posso farlo, magari facciamo conoscere i consorti e li molliamo da qualche parte e noi due e Gilda ci fiondiamo ad una lezione? come la vedi? mi piacerebbe tantissimissimo!!! un bacino e a presto, sere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sere, grazie carissima. Certo che organizziamo in un altro periodo, sicuramente. Mi piacerebbe molto. Si può fare, sì che si può fare. Tu ora però pensa a divertirti e riposarti ok? GODITI NEW YORK!!!! Ti abbraccio forte forte. Buon viaggio!!!
      Sabina

      Elimina
  13. Cara Sabina, ottima l'accoppiata loti vaniglia e il peperoncino deve starci una meraviglia:-))
    sarò a Roma lunedì, mi fermerò solo una notte sarebbe bello incontrarsi, che dici?
    Se ti sarà possibile (lo spero) contattami privatamente!!
    un grande abbraccio!
    e

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Elisa, grazie mille. Ti ho scritto in ptv.
      Un grande abbraccio
      Sabina

      Elimina
  14. Ciao! Che meraviglia il tuo blog! Lo abbiamo scoperto in Gente del Fud, anche noi siamo appena entrati nella Community. Diventiamo tuoi followers. A presto!!

    RispondiElimina
  15. Venta las nueva camiseta futbol barata 2016-2017,camiseta seleccional, comprar Real Madrid,Barcelona,Chelsea,Manchester City ,mujer,nino con la buena calidad y mejor precio en la annaCamisetas.com

    RispondiElimina
  16. SSC Napoli e maglia fornitore Kappa questa mattina ha reso il club il prossimo a svelare la sua nuova casa magliette per la prossima stagione. L’introduzione di un terzo sponsor accanto al Lete e Garofalo in Kimbo, il nuovo maglia Home Napoli 16-17 introduce un look pulito.Vendita nuova magliette calcio e pantaloni calcio per adulti,bambini e donne outlet,maglie calcio a prezzo,maglia serie a italia,Magliette Napoli
    Maglia Athletic Bilbao online

    RispondiElimina

grazie per i vostri commenti, mi fanno sempre piacere!