lunedì 26 novembre 2012

Husarenkrapfen con burro all'olio di oliva e limone e confettura di fragole e rabarbaro...perché le confetture si tengono noi!!!


Questi biscotti degli ussari (husarenkrapfen) potrebbero partecipare a buon diritto al Contest di Maramao. Chi si fa avanti anche con qualche ricetta di dolcetti dell'orto a base di mele, pere, frutta di stagione o confetture fatte in casa? Vi ricordo che il Contest scadrà domenica prossima 2 dicembre e che tutti i partecipanti sono invitati domenica 9 dicembre ad una giornata di festa presso la scuola di cucina Il Club delle Cuoche di Luisanna Messeri e Maria Castellano.
Del mio rapporto quasi patologico con le confetture home-made forse vi ho già parlato. Ve la ricordate la signora toscana interpretata da Sabina Guzzanti? Personaggio esilarante, accesa sostenitrice di Dini, quella del famoso 'si tenne noi'? Ecco, le confetture home-made LE TENGO IO (pronunciato rigorosamente alla toscana). Le 'tengo', le faccio 'stagionare'...va bene ve lo dico, lo confesso, nella mia dispensa fanno bella mostra barattoli di confettura del lontano 2006!!!! Però le confetture appena fatte le regalo anche volentieri, a chi sono certa possa apprezzarle. Quanti barattoli di confetture fatte in casa possiedo? Non si contano!!!
Accanto a quelli della mia 'collezione privata home-made' ci sono i vasetti che acquisto solo in posti, perlopiù agriturismi, che producono confetture all'altezza delle mie, perdonate la presunzione, oltre a quelli che mi vengono regalati da chi mi conosce. Confetture industriali? Cosa sono perdonate? A Roma si direbbe...'mai coperte'!!! Tranne alcune ovviamente. Se capito in un albergo che a colazione propina quelle marmellatine monodose gelatinose l'umore mi piomba fin sotto le suole delle scarpe. Se a quelle confetture ci aggiungiamo le fette biscottate stantie la giornata è seriamente compromessa. Sulla confettura non transigo, mi dispiace. E secondo voi la mia sorellina d'elezione, la mitica Roberta de La valigia sul letto cosa poteva regalarmi quando ci siamo incontrate in Germania per la mitica cena? E vi assicuro che lei non sapeva nulla di questa mia seria , patologica, devianza. Affinità elettiva. Regalatemi confetture, non rose. E secondo voi non ci sarà rimasta pure un po' male nel non sentire commenti da parte mia sulle sue prelibate confetture? E certo che ci sarà rimasta male! No, scherzo, Roberta non è il tipo. Robi cara però oggi voglio fare outing davanti a tutti...le tue confetture appena rientrata in Italia le ho messe sulla mensola più in alto della credenza, quella delle confetture e marmellate datate 2011-2012, le più recenti, ossia le untouchable, le intoccabili. Ed è solo per il bene che ti voglio che ne ho aperta una per fare questi biscottini che avevo in mente da tempo immemore, biscottini di Natale che propongo in pieno clima pre-natalizio. Questa confettura di rabarbaro e fragole è deliziosa, bilanciata benissimo nell'utilizzo dei due ingredienti principali, giusta densità, dolcezza calibrata. Robi, sei una grande! La ricetta la conserva lei, quindi sapete a chi rivolgervi per ottenerla. La ricetta degli Husarenkrapfen invece è di una signora di San Candido, la Emmy, nel cui delizioso e accogliente residence soggiornavo con la mia famiglia. La Emmy ha lavorato per lungo tempo in una pasticceria ed era solita deliziare i suoi ospiti con ogni genere di dolcetto. Mitici i suoi Krapfen alla crema con cui era solita svegliarci il martedì grasso bussando alla porta della nostra camera vestita da clown. Un mito la Emmy per me. Anche per questi biscotti ho utilizzato il burro francese all'olio di oliva e limone che ho acquistato al Salone del Gusto il mese scorso. La Emmy aggiungeva la stecca di vaniglia all'impasto, io stavolta non l'ho utilizzata perché volevo che si sentisse con decisione il sapore del rabarbaro. Sono biscotti non molto dolci e particolarmente burrosi, proprio come piacciono a me, adatti per un tè o una tisana sorseggiati al calore di un camino, in buona compagnia.

HUSARENKRAPFEN

Dose per circa 20 biscottini
140 di burro ammorbidito (io ho utilizzato il burro al limone e olio di oliva e non ho aggiunto la scorza di limone grattugiata)
3 tuorli d'uovo
70 g di zucchero
190 g di farina 0
1/2 stecca di vaniglia
1 scorza grattugiata di limone non trattato
1 presa di sale
50 g di nocciole ridotte in granella (metterle in un sacchetto trasparente e batterle)
confettura di frutti rossi q.b. (ho utilizzato la confettura di fragole e rabarbaro)

Per la ricetta della confettura di fragole e rabarbaro scrivete a Roberta de La valigia sul letto...Roberta la voglio anch'io!!!

Con gli ingredienti indicati (nocciole escluse che serviranno per rotolarci i biscotti) preparare un impasto che risulterà molto morbido. Lavorare lo zucchero con il burro, la scorza di limone, un pizzico di sale, i semi di vaniglia e la farina. Unire da ultimo i tuorli. Lasciar riposare l'impasto in frigo o velocemente in freezer. Ricavare delle palline grosse come noci. Rotolarle nella granella di nocciole. Disporre le palline su una leccarda rivestita di carta da forno. Praticare un foro al centro delle palline (utilizzare il manico di un cucchiaio di legno). Riempire il foro con la confettura servendosi di un sac à poche con beccuccio tondo piccolo. Infornare a 180° in forno preriscaldato per 20 minuti.


45 commenti:

  1. Meraviglia, i biscottini e la marmellata di Roberta! Siete davvero una gran coppia da quanto leggo, anche se virtuale :)
    Buona giornata Sabina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha....le mitiche sorelline :))
      Buona serata bella
      Sabina

      Elimina
  2. Sorellina, come al solito mi commuovi. Sai che, adesso che ci penso, non mi sono nemmeno posta il problema che le marmellate potessero non piacerti? Visto che io le amo di un amore folle, ho dato per scontato che per te fosse la stessa cosa... Però adesso mi hai messa in una situazione imbarazzante: devo darmi da fare per trovare la ricetta scartabellando in mezzo a tutti i miei pizzini....e magari scopro che nemmeno ce l'ho la ricetta e che la marmellata l'ho fatta a capocchia, come la solito....In ogni caso non avrebbe potuto avere utilizzo migliore. So già che rifarò questi biscotti: poco dolci e tanto burrosi? sono i miei biscotti!
    Grazie infinite per questo omaggio, sorelli', e buonissima settimana.
    P.S.: faccio il possibile per la ricetta!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao bella, era il minimo. Ti abbraccio forte forte e apresto.
      Sabina

      Elimina
  3. dolcetti davvero particolari che non conoscevo...sembrano ottimi mia cara!
    bacio

    RispondiElimina
  4. Risposte
    1. Certo che merendiamo Tina, quando vuoi :)

      Elimina
  5. Biscotti interessantissimi oltre che golosi...mi hai dato una bella idea per i regalini di Natale Home Made :-)
    complimenti!
    simo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono proprio natalizi. Provali e li riproverai.
      Fammi sapere.
      Ciao bella Simo

      Elimina
  6. Sono davvero belli questi biscotti!!!
    Bravissima!!
    Un abbraccio e buona serata
    Carmen

    RispondiElimina
  7. Senti, ma allora hai anche il reparto "confetture riserva 2003/2004" e le Gran Riserva come i vini più nobili! Credo che un po' della tua devianza ce l'abbia anche io visto che ho la cantina zeppa di confetture che compro ovunque, più quelle di mia suocera (amarena...le mie preferite) e quelle di questa estate, albicocca strepitosa. Ho anche le tue ma sono quasi sterminate. Quella di arancia è finita in una torta al cioccolato che ha avuto un successo tra tutti gli amici di mia figlia. Come puoi capire, cara la mia Sabina, non sei sola. Non che questo possa consolarti.
    La ricetta è grandiosa e la foto parla!
    Ti abbraccio pazza! Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo folli Patty Pat, folli, dolcemente folli. Ahahahah....marmelade addicted...:)))

      Elimina
  8. gnammy!!!!!quanto ne vorrei assaggiare subito uno :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Silvia non sai quanto vorrei mangiarlo insieme a te e incontrarti finalmente. Non mancherà occasione, vedrai :)
      Baci grandi
      Sabina

      Elimina
  9. Confesso, anche io, come te e Patty, ho la dispensa piena di marmellate, confetture, chutney e conserve. Sindrome della formica? Ansia da tesaurizzatrice? Manie compulsive? Non so, ma, imperterrita, continuo a produrre (Il sedano di Orbassano è diventato testè una confettura appena invasata!)
    Una domanda, però: il burro all'olio lo fai tu? Hai la ricetta? Con la piccola sempre in bilico tra un'intolleranza ai latticini e l'altra, mi piacerebbe potermelo fare in casa. Ora spigolo un po' nel tuo archivio!
    Baci cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara Patrizia, il burro all'olio di oliva e limone l'ho comprato in quel di Torino....Oval, delizie francesi, ricordi?
      Ti abbraccio forte

      Elimina
  10. Mai fatto una confettura. Me ne cibo tutti i giorni a colazione ma mi piacciono quelle senza zucchero (per gusto e per salute, io giro alla larga dallo zucchero tranne rari casi in cui preparo i dolci) e non sono ancora riuscita a trovare una ricetta home-made che non lo preveda.
    Tu che sei una super esperta, magari potrai aiutarmi a trovare un escamotage in proposito. Allora potrei iniziare anche io la produzione casalinga. :-)
    I biscottini li faccio anche io solo che uso la farina di mandorle.
    un abbraccione
    PS: finito di correre? ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che Robi cara....corro ancora, come una matta. Sono sparita dal mio e dai vostri blog accidenti, ma ho quasi finito il tour de force. Le confetture puoi dolcificarle con succo d'uva ad esempio, provaci e fammi sapere.
      Un abbraccione a te

      Elimina
  11. Ma scusate solo io le uso tutte e riesco a rimanere senza?! Ho del miele d'annata posso far parte del gruppo ugualmente?! ;)
    Questi li salvo per le confezioni di Natale... quest'anno solo biscotti home made per tutti! Un baciotto Sabi bella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao bellezza, ma fai bene a consumarle...siamo noi ad essere patologiche...ahahahah!!!!
      Ti abbraccio
      Sabina

      Elimina
  12. Sabi, c'è posta per te :)
    ma non capisco, credevo di essere una tua lettrice ed invece non lo ero, credo.....beh, fino a due secondi fa!!!
    Baci :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao bella, ho letto. COme stai? Grazie per esserti iscritta.
      Un abbraccio forte
      Sabina

      Elimina

grazie per i vostri commenti, mi fanno sempre piacere!