sabato 7 gennaio 2012

Spiedini di seitan home-made su chutney di arancia, cipolla rossa e peperoncino verde...e con questa ricetta mi sono giocata la consuocera!!!


Tempo fa, leggendo un post di una delle mie novelle amiche food-blogger, la dolcissima Donatella di Cucina Abitabile, ho letto per la prima volta la parola 'seitan'...mai sentita prima, confesso la mia somma ignoranza. Siccome sono curiosa come una bertuccia e infatti a casa, sin da piccola, mi hanno sempre chiamata 'scimmia' le ho chiesto di cosa si trattasse e poi ho fatto alcuni studi in proposito. Con Donatella ne abbiamo discusso per giorni. Sono andata anche in un supermarket bio ad acquistarlo. Sulla confezione c'era scritto 'naturale' ma poi ho scoperto che ci avevano aggiunto lo shoyu, cui credo di essere seriamente allergica. Il seitan che ho comprato alla fine non l'ho utilizzato ed ho promesso a Donatella che avrei postato una ricetta dopo averlo fatto in casa. Et voilà, la scorsa settimana mi sono messa ad impastare, tirare, sciacquare, bollire....mica è una cosetta da niente 'stò seitan!!! Da onnivora impenitente confesso di dovermi abituare al suo gusto, non so ancora esprimere un giudizio. In realtà non so esprimere un giudizio perché cerco ostinatamente una somiglianza con altri cibi da me consumati abitualmente (diciamola tutta, cerco una somiglianza con la carne!), errore che commettiamo abitualmente quando ci avviciniamo ad un cibo vegano. E' un po' come addentrarsi in una terra sconosciuta...si cercano riferimenti sicuri. Allora abbandoniamoci al seitan, gustiamolo e conosciamolo per quello che è senza volerlo per forza incasellare. Riguardo all'abbinamento proposto oggi, Donatella mi aveva detto che il seitan si poteva anche friggere e l'idea è nata da lì. Il mio seitan ha un sapore molto delicato e profumato, forse poco incisivo, perché non ho arricchito il brodo vegetale con lo shoyu. Sicuramente la salsa di soia gli darebbe più mordente (oltre ad un colore brunito). Non potendo assaggiarlo in questa versione provo ad immaginarlo. A fiuto penso però che un seitan più sapido non stia affatto male con l'accostamento che ho pensato e che si crei un bel contrasto di sapori. Poi la panatura croccante è piacevole se accostata alla cremosità del chutney. Ho anche fritto il seitan in pastella per provare abbinamenti diversi. Devo dire che il seitan fritto nella pastella è molto buono ma a mio avviso non accetta accostamenti, contrariamente alla versione panata. Buonissimo fritto in pastella con l'aggiunta di salvia fresca (come mi suggeriva Donatella nella versione panata).
Con questo post so di essermi giocata l'assidua frequentazione del blog da parte della mia futura 'consuocera', che proprio l'altro giorno mi ha detto: "Ma una ricetta normale no???".  
"Consuocera? Ma questa folle non aveva una bimba piccola?", vi chiederete voi. "Sì, ce l'ho", rispondo io. "E allora dove credi di essere, in India? Hai già combinato il matrimonio di tua figlia?". No, siamo in Italia, a Roma, ma il legame fra la mia bimba e il mio piccolo dolcissimo genero non è stato decretato da noi adulti ma da loro due, i giovani virgulti. Avete presente quelle storie pazzesche e romantiche? Noi ovviamente ci scherziamo, ma fra questi due bimbi c'è un legame simbiotico (che sappiamo creare in età adulta notevoli problemi nelle coppie...il famoso legame disperante della serie 'né con te, né senza di te'...va beh, fatemi chiudere qui se no divago più del solito), sembrano gemelli, si somigliano pure e l'altro giorno hanno scambiato mia figlia per la figlia della succitata consuocera. Sono nati nello stesso ospedale a tre giorni di distanza l'uno dall'altra, hanno condiviso la 'mirabolante' esperienza della terapia intensiva neonatale (cosa che non auguro neanche al peggior nemico, come potete immaginare), si sono persi e ritrovati casualmente allo stesso nido dopo 15 mesi e quando si sono rivisti non si sono lasciati più. Mia figlia ha iniziato il nido più tardi di lui e il primo bimbo che le è capitato davanti quando siamo andati a visitare il nido chi è stato secondo voi? Se uno piangeva, piangeva l'altra, se uno rideva, rideva l'altra, se uno mangiava, mangiava anche l'altra, li mettevano a dormire in lettini vicini il pomeriggio, alle recite facevano le stesse identiche figure barbine (della serie "Tutti partecipano e noi no, tanto che c'importa"....con conseguente sollevamento di peso dei due fagotti e uscita indecorosa di scena o patetica partecipazione tardiva a recita ormai conclusa....)...poi di nuovo il distacco perché nel frattempo ci siamo trasferiti ma quando si rivedono è come se non si fossero mai lasciati, ridono, si raccontano cose fantastiche e assurde. Lui si emoziona in modo commovente quando la vede, entra in panico e mia figlia fa la parte di quella che gestisce la situazione. Non pubblico mai foto di mia figlia, lo sapete, ma credetemi se vi dico che un paio di istantanee che gli abbiamo scattato sono struggenti. Cari romantici lettori, ho colpito nel segno raccontandovi  questa storia, dite la verità! Alla mia consuocera Monica voglio dire oggi che è giunta l'ora di aprirsi al seitan, di farsi trasportare da nuove esperienze sensoriali e di gustarsi la ricetta che vi propongo.....senza troppe storie!!!

SEITAN

1 kg di farina di manitoba
600 g d'acqua
odori e spezie per il brodo vegetale (cipolla, sedano, carota, pepe bianco, alloro, zenzero, ginepro)

Per il procedimento mi sono documentata su vari siti e alla fine ho creato la mia versione unendo le indicazioni tratte da due blog, Piccole Magie Vegan e Il cavoletto di Bruxelles. Grazie alle autrici per le spiegazioni esaurienti e puntuali.
Impastare nella planetaria farina di manitoba e acqua per almeno 15 minuti finché l'impasto non diventi liscio e morbido, simile a quello della pizza. Lavorare ancora un po' a mano. Riporre l'impasto in una grande ciotola e coprirlo con acqua fredda. Tenerlo tutta la notte in frigorifero o farlo riposare almeno per un'ora. Il giorno seguente prendere l'impasto, metterlo in un colapasta e lavarlo sotto il rubinetto alternando acqua fredda e calda. Ultimare con un lavaggio in acqua fredda. Lavorare continuamente l'impasto in modo tale che tutto l'amido venga eliminato. Ci vorrà una mezzora almeno. Vi avviso...intorno ai 10 minuti vi piomberà il morale perché l'amido continuerà ad uscire copiosamente e sembrerà non finire mai...ma poi, piano piano l'acqua si farà sempre più limpida fino a diventare trasparente. A tal fine sarà utile posizionare un recipiente sotto il colapasta, da svuotare ogni volta che si riempirà di acqua e amido. In questo modo controllerete con molta facilità la limpidezza dell'acqua.
Ecco il mio seitan dopo il lavaggio. Bello il colapasta della mia nonna, vero?


A questo punto il seitan è pronto per la cottura. Ricavare dei panetti dall'impasto dandogli una forma tondeggiante o allungata. Preparare un pentolone di acqua salata, portare a ebollizione e versarvi i panetti di seitan. Far cuocere per una mezzora. A parte preparare un brodo vegetale profumandolo a vostro piacimento. Come ho detto all'inizio del post in genere per il brodo vegetale si utilizza anche lo shoyu che conferisce un colore brunito al seitan. Non potendolo utilizzare ho salato leggermente anche il brodo vegetale nel quale ho messo cipolla, sedano, carota, pepe bianco, alloro, zenzero e ginepro. Dopo i primi trenta minuti di cottura trasferire il seitan nel brodo vegetale bollente e cuocere per un'altra ora.
Ecco il mio seitan cotto.


A fine cottura scolare il seitan e strizzarlo, se si utilizza subito. Altrimenti lasciare il seitan nel brodo, freddare il tutto rapidamente, riporre in frigo in un contenitore chiuso ermeticamente fino ad utilizzo. Il seitan si conserva per qualche giorno immerso nel brodo. Altrimenti si può strizzare bene e surgelare.
Io ho impastato un chilo e mezzo di farina di manitoba con 900 g di acqua ed ho ottenuto un chilo di seitan cotto.
Il seitan può essere tagliato a fette per ricavarne delle scaloppine, a cubetti per uno spezzatino, tritato per il ragù.


SPIEDINI DI SEITAN

Per una ventina di spiedini
400 g di seitan cotto
2-3 uova
farina 00 q.b.
pangrattato q.b.
olio di semi di arachide per friggere

Tagliare il seitan a cubetti e preparare degli spiedini. A parte battere le uova. Passare gli spiedini nella farina, poi nell'uovo e da ultimo nel pangrattato. Friggere in olio caldo. Servire gli spiedini accompagnati con il chutney.

CHUTNEY DI ARANCIA, CIPOLLE ROSSE, PEPERONCINO VERDE

2 arance non trattate
scorza di 1 arancia non trattata
2 cipolle rosse
100 g di zucchero
40 g di aceto di lampone
2 peperoncini verdi freschi (ovviamente ho attinto alle mie scorte di peperoncini 'cosmopoliti' che tengo in freezer. Per questa ricetta ho utilizzato peperoncini nepalesi)
1 pizzico di sale fino

Pelare le arance a vivo, tagliare la polpa a cubetti. Togliere il bianco dalla scorza di una delle due arance e tagliarla a pezzetti. Metterla in acqua fredda, portare a ebollizione, far bollire per 1 minuto, buttare l'acqua di cottura, rimettere in acqua fredda e fa ribollire per altre due volte seguendo lo stesso procedimento. Pulire le cipolle, tagliarle a pezzi. Togliere i semi dai peperoncini. In un tegame unire tutti gli ingredienti, tranne i peperoncini. Far bollire tutti gli ingredienti per una mezzora a fuoco lento, mescolando di tanto in tanto. Se dovesse stringere troppo aggiungere un goccio d'acqua. Dopo 30 minuti aggiungere i peperoncini, frullare brevemente con il minipimer e far bollire per una quindicina di minuti ancora.



29 commenti:

  1. Ecco io con il seitan sono li bloccata.... e si che di ricette invitanti ne ho trovate tante, la tua per esempio con quei bocconcini, ma non riesco a capire a che sapore assomigli e così sbaglio e non lo provo, baci

    RispondiElimina
  2. Mai assaggiato e nn sapevo nemmeno cosa fosse mi salvo tutto e quando ho tempo(ma quando????) tento...adoro fare cose diverse e assaggiare nuovi sapori anche sono una super carnivora!!! ^-^

    RispondiElimina
  3. Ma tu così combini 3 cose: mi fai arrossire, mi rendi orgogliosa e fai pubblicità! Bella spiegazione, dettagliata e precisa. Lo scolapasta è favoloso, davvero, perfetto per fare le foto! Bravissima, un seitan perfetto e adatto alle tue esigenze.. davvero brava. E poi la ricetta è stuzzicante! Fritto in pastella non l'ho mai fatto e quel chutney deve starci benissimo, mm!
    Ma guarda, io che non sono romantica, mi sono scoperta con gli occhi a cuoricino nel leggere di tua figlia e questo bambino... ma che teneri tenerissimi Proprio una bella storia..
    Comunque, ribadisco, bravissima.. per il gusto, beh, non è detto che ti debba piacere per forza! Magari è questione di abitudine o magari non ti piace proprio.. E' normalissimo accostarlo alla carne, davvero. Però è un accostamento che ha vista breve.. Come è andata la digestione?

    RispondiElimina
  4. è stato bellissimo leggere la storia d'amore dei nostri teneri cuccioli sul tuo blog!!! L'hai descritta davvero bene, mi hai fatto commuovere!!!
    Per la ricetta... prometto che proverò a metterla in atto, dammi solo un po' di tempo - anche solo per capire cos'è la farina di manitoba... :) baci!

    RispondiElimina
  5. @Ely: magari prima o poi ti viene voglia di provarlo. Io non so che sapore abbia quello che si compra. Se lo provi fammi sapere. Baci :))

    RispondiElimina
  6. @la mia cara consuocera: la farina di manitoba la trovi al supermercato, non accampare scuse...e poi ora che non sei impegnata tutto il tempo a fare un'arte con il tuo maritino potresti dedicarti a questa nuova esperienza. Scherzo, era per tirarti un po' su il morale!!! Ti abbraccio

    RispondiElimina
  7. @Monia: ti capisco, anch'io rimandavo da mesi e non trovavo mai il tempo di farlo. Carnivora anch'io, piena di sensi di colpa....
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  8. @Donatella: eh eh eh...te l'avevo promesso :)) Ho provato gli spiedini il giorno dopo, freddi...mamma che buoni! Spiedini freddi di seitan fritto for ever!!!! Grazie, come sempre sei troppo buona!
    Baci

    RispondiElimina
  9. so cos'è il seitan e sono originalissimi questi spiedini!

    RispondiElimina
  10. @Vale: grazie cara! Un abbraccio.

    RispondiElimina
  11. Giuro che non sto snobbando il seitan, e' che proprio me lo ero perso questo post. E non sia mai una cosa del genere!! Bellissima e tenerissima la storia d'amore dei due bimbi. Anche Martina ha avuto il suo amico speciale, Giorgio. Ricordo come fosse ieri la prima volta che si sono visti: 10 mesi lui, 3 mesi lei. Lui nel suo lettino, ma sveglio e col ciuccio in bocca. Lei in braccio a suo papa'. Lui le ha sorriso, perdendo il ciuccio. Lei e' scoppiata in una risata gorgogliante e irrefrenabile con tanto di persistente singhiozzo conseguente...Tutte le scuole nella stessa classe...ma niente matrimonio, purtroppo...Tornando al seitan, lo conosco e mi ero anche gia' informata sul procedimento per farlo in casa, ma ancora non mi sono decisa a provarlo. Appena riesco a mettere le mani su un pacco di manitoba...Un abbraccione e un bacio con lo schiocco anche alla tua dolcissima bimba.

    RispondiElimina
  12. @Roberta: forse dovremmo dire....niente matrimonio per fortuna!!! Ci sarebbero arrivati dopo anni e anni di frequentazione...sai che noia??? Io queste storie le vedrei bene con pause lunghe...nel frattempo ognuno si fa le sue esperienze e poi chissà....dopo anni e anni ci si ritrova....maturi, indipendenti, completi...che ne pensi?
    Un bacio con lo schiocco a te e a tua figlia! Scusa ma ...Martina o Marlene?
    Sabina

    RispondiElimina
  13. come sai per alcuni giorni non ho utilizzato il compiuter per problemi connessi allo stesso, così mi era sfuggito il post sul "seitan"; da qui la mia curiosità. Oddio non è che leggendo ho capito granchè. E' commestibile veramente?
    Marcella

    RispondiElimina
  14. @Anonimo: Ma che hai parlato con Stefano? Fatti dire da lui cosa ne pensa...ne ha parlato per giorni con chiunque incontrava...non me lo perdona questo seitan :))
    Certo che è commestibile. A saperlo che ti interessava te ne portavo un po'!

    RispondiElimina
  15. cyber monday deals, http://www.blackfridaydeals.us.com/
    ray-ban sunglasses, http://www.ray-bansunglasses.eu.com/
    nfl jersey wholesale, http://www.nfljerseys-wholesale.us.com/
    new balance shoes, http://www.newbalanceshoes.in.net/
    iphone cases, http://www.iphonecase.name/
    north face outlet store, http://www.thenorthfaceoutletstores.org/
    cardinals jersey, http://www.arizonacardinalsjersey.us/
    manchester united jersey, http://www.manchesterunitedonline.com/
    new york jets jerseys, http://www.newyorkjetsjersey.us/
    coach handbags outlet, http://www.coachhandbagsoutletonline.us.com/
    denver broncos jerseys, http://www.denverbroncos.org/
    beats by dre, http://www.beats-headphones.in.net/
    new england patriots jerseys, http://www.newenglandpatriotsjerseys.us/
    cheap ugg boots, http://www.uggaustralia.in.net/
    nike foamposite, http://www.foampositeshoe.net/
    swarovski crystal, http://www.swarovskicrystals.co.uk/
    michael kors handbags outlet, http://www.michaelkorshandbagsoutletstore.us.com/
    timberland shoes, http://www.timberlandboots.name/
    iphone 6 cases, http://www.iphonecase.name/
    coach outlet store, http://www.coachoutletonline-store.us.com/
    tory burch outlet online, http://www.toryburch.in.net/
    109

    RispondiElimina

grazie per i vostri commenti, mi fanno sempre piacere!