giovedì 23 febbraio 2012

Pastilla ai gamberi...smile without a reason why


Quando vado in Tribunale per lavoro passo sempre davanti ad una grande libreria. Lì fuori staziona un ragazzo senegalese, altissimo, magro magro, che vende anche lui libri, quelli della sua Africa. Si chiama Omar. Le prime volte, quando passavo, mi diceva: "Ehi avvocato!" ed io sorridendo tiravo dritto. Finché una mattina mi fa: "Sorella hai l'Africa negli occhi"...beh che avreste fatto voi? Mi sono fermata.
Ci siamo presentati, gli ho chiesto di raccontarmi della sua Africa e lui mi ha parlato della sua vita, della dura vita che fa qui. Quando sono andata alla Fiera della piccola editoria me lo sono ritrovato casualmente lì fuori che vendeva sempre i suoi libri. Ora è da un po' che non lo vedo. Non gli avranno rinnovato il contratto, se di contratto si può parlare. Omar sorride sempre e quando penso a lui rifletto su quanto sia importante il sorriso e l'approccio diretto nelle persone. Niente sovrastrutture, nienti schermi. Io è una vita che vado avanti con il sorriso, il mio sorriso nasconde tante cose ma non riesco ad approcciare diversamente il prossimo. Sorrido e se non lo faccio beh...vuol dire che è proprio una giornata o un periodo no o che mi stai veramente sulle scatole... Non amo tediare il prossimo parlando delle mie letture, mi infastidisce sempre quando qualcuno mi chiede: "Hai letto il libro..." e alla mia risposta negativa insiste con un: "Ma come, NON L'HAI LETTO??? Eh ma devi leggerlo ASSOLUTAMENTE!!!". Ma sarò libera di leggere quello che mi pare e piace??? Insomma, una delle tante riflessioni che mi hanno colpito leggendo i libri di Tiziano Terzani è che lui si è salvato dalla fucilazione certa in Cambogia sorridendo...vorrà dire qualcosa. E visto che ultimamente mi capitano parecchie coincidenze...proprio nei giorni scorsi ho condiviso questo video di Terzani su FB...non so voi, ma io quest'uomo lo adoro. E mi manca.
Io non sorrido sempre, intendiamoci. Ci sono stati periodi in cui il mio sorriso se n'è andato letteralmente a farsi friggere. Ricordo un pomeriggio in cui un'amica mi ha sollevato gli angoli della bocca invitandomi a farlo. Ma quello di cui parlo è l'approccio con il prossimo, non certo il sorriso ebete fine a sé stesso. Il saluto aperto, cordiale. Un giorno distrattamente ho tagliato la strada ad un motorino. Il conducente mi si è avvicinato giustamente imbufalito...ho abbassato il finestrino, gli ho chiesto scusa e ho sorriso...ragazzi è bastato un attimo, alla fine si giustificava quasi. Non è che funzioni sempre eh. L'altra sera la strada l'hanno tagliata a me e il conducente pretendeva di avere ragione. Ha aperto addirittura lo sportello per scendere dalla macchina...mi voleva menare!!! Sarà perché non ho sorriso? In effetti ero poco propensa....forse in questi casi un corso di difesa personale sarebbe più consono.
Io osservo molto i bambini, mia figlia, i suoi amichetti. Adoro farlo, c'è tanto da imparare. Sono diretti, curiosi, loquaci, osservatori, spiritosi, buffi. Amano raccontarti le loro storie, adorano essere ascoltati, ricevere attenzione. E sono diretti. Hanno una comunicazione efficacissima. Ma perché ce la perdiamo per strada?
Certo, direte voi, facile a dirsi, quasi impossibile a farsi. Prova a sorridere in una società come questa, quando esci la mattina di casa e quella che devi affrontare è una giungla di inciviltà, maleducazione, disservizi, soprusi, ritmi alienanti e chi più ne ha più ne metta. Prova a sorridere quando non ce la fai ad arrivare a fine mese. Verissimo, sono io la prima a farmi venire il voltastomaco e a mettere su una maschera di disgusto e angoscia. Però stavo riflettendo sul fatto che la vita di Omar qui in Italia non deve essere tanto migliore della nostra. Lontano da casa, con un lavoro precario, senza fissa dimora...eppure lui sorride, sorride sempre...
La ricetta di oggi l'ho presa ovviamente dal libro di cucina africana che ho comprato da lui ed è una ricetta dei Paesi Arabi. Ho adeguato leggermente le quantità. Oggi è quasi scontato lasciarvi con il migliore dei miei sorrisi!


PASTILLA AI GAMBERI

Ingredienti per 4 persone
2 fogli di pasta fillo
200 g di piselli o fagiolini freschi
12 gamberi
1 spicchio d'aglio schiacciato
1/2 cipolla
60 ml di olio evo
peperoncino
paprika
zenzero
cumino
burro fuso
sale
pepe

Far rosolare la cipolla, dopo averla tagliata in fette sottili, insieme all'aglio e al peperoncino. Sarà necessario usare circa la metà dell'olio. Aggiungere i piselli o i fagiolini, un po' d'acqua, poi cuocere per un quarto d'ora a fuoco basso dopo aver coperto il recipiente. Al termine salare. Tritare il prezzemolo e aggiungerlo alle verdure. Togliere testa, budello e rivestimento coriaceo dai gamberi. Dopo averli lavati e asciugati, condirli con l'olio rimasto, il sale, il pepe e le spezie. Tagliare la pasta fillo in modo da ottenere 8 dischi piuttosto grandi e 8 più piccoli. Rivestire il fondo e le pareti di 4 stampi monouso con i dischi più grandi, pennellarli con il burro fuso e riempire con i gamberi, il prezzemolo e le verdure. Chiudere il tutto con i dischi piccoli di pasta, sigillare bene e pennellare ancora con burro fuso. Cuocere in forno a 200° per una decina di minuti, sfornare e servire.





45 commenti:

  1. E vabbe'...ma allora!! Sto scrivendo un post su come l'ironia e il senso dell'umorismo aiutino a sopportare la maleducazione e l'ignoranza di certa gente...anche telepatiche adesso? Ma cosa sono questi "tortini"? Croccanti, morbidi, dolci, saporiti e speziati...cosa si puo' chiedere di piu'? Ti auguro di avere ogni giorno almeno un motivo per sorridere col cuore: un sorriso al giorno, leva il medico di torno. Bacio,

    Roby

    RispondiElimina
  2. Telepatia, trattasi di telepatia, non c'è dubbio. Non ho avuto il tempo di scriverti ma da quel post...mi sono arrivate valanghe di sassolini, come mi hai augurato tu. Un episodio poi ha dell'incredibile...ma noi ci ridiamo su senza costruirci niente sopra, giusto? Questi tortini non li conoscevo neanch'io. Guardando su Internet ho visto che la pastilla in genere si presenta a fagottino o in una torta unica. Può essere anche di carne ed è un piatto tipico marocchino che si mangia all'inizio del pasto. Quella di carne e spezie deve essere buonissima. Anch'io ti auguro tanti sorrisi e una buonanotte. Un abbraccio carissima.

    RispondiElimina
  3. ciao Sabina, mi è piaciuto molto leggere questo post.
    Abbiamo tutti tanto da imparare da questi ragazzi come Omar. Sono stata in Senegal e ho avuto spesso a che fare anche a Merano con questi ragazzi e ti posso dire che li adoro. Di quei libricini ne ho tanti anche io e questa ricetta è proprio speciale.
    Un bacione
    Sabina
    p.s.: non sono più guarita dal mal d'Africa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sabina cara, grazie. Spero vada meglio. Non sei più guarita dal mal d'Africa ma dal virus di questi giorni spero proprio di sì!!! Io non ci sono stata in Africa e ti confesso che vorrei soffrire anch'io di questo male...deve essere una terra stupenda. Prima o poi ci andrò.
      Ti abbraccio
      P.S.: ma quanto mi fa effetto leggere il tuo nome dopo un commento...non siamo in tante a chiamarci così :))

      Elimina
  4. Sabì, ma quanto diavolo è bello questo post (gmberi a parte!)?!?! Hai proprio ragione sul sorriso. Sai, in questo periodo non sto bene, però mi accorgo che spesso da fuori non si vede perché un po' nel sorriso ci credo anche io.. sorrido alle persone gentili in treno, ai clienti in negozio che non mi trattano come merda (scusa, ma è così), a una bambina che ha ancora la capacità di diventare rossa.. E' più facile, per me, sorridere con gli sconosciuti o i conoscenti; i "ben-conoscenti" (saranno uno o due o tre?!) sanno che il mio sorriso verso di loro è dentro di me, negli occhi...
    E vorrei vedere i tuoi occhi, quelli con l'africa dentro.. vorrei vederli dal vivo!

    ps: te lo devo chiedere, anche se romperò la poesia (me lo dico da sola!) di questa risposta, ma.. cara collega romana, dove la trovi la pasta fillo??? nei super che frequento io non la trovo più... e la voglio, mi serve... hai suggerimenti??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I nostri occhi cara, dolce Donatella si incontreranno prima o poi e sono certa che sorrideranno, da dentro.
      Per la pasta fillo...l'ho trovata da Elite nel reparto frigo. Quando non trovo qualcosa vado lì, nel mio vecchio quartiere. Però, siccome sono molto svagata, potrei averla presa anche da Carrefour a Cinecittadue (non ci vado mai, non so perché ultimamente ci sia capitata..i centri commerciali mi mettono un'angoscia tremenda...io sono più da mercatino rionale)...sono più propensa per Elite però. Io posso prendertela se vuoi...
      Bacio grande

      Elimina
  5. Dopo essere stata in Africa due anni fa e avere 'scoperto' la cortesia e l'allegria di quelle persone che non hanno nulla ma continuano a sorridere, mi viene da pensare che qui da noi si sorride poco non perchè non si arriva a fine mese (se fosse per questa ragione nei paesi del cosiddetto terzo mondo, dovrebbero tutti avere un grande broncio), ma perchè siamo tutti perennemente arrabbiati contro tutti. In Africa si salutano tutti con il titolo di 'fratelli', da noi per una spallata in metropolitana si potrebbe accoltellare il vicino. Il tuo sorriso sarà contagioso ed è la strada che tutti noi dovremo seguire. Grazie per il sorriso e per l'afro-ricetta :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Roberta. Quanto hai ragione. Siamo tutti rabbiosi e sulla difensiva. Leggendo i vostri commenti capisco che è giunta l'ora di andare in Africa...devi essermi persa qualcosa di veramente bello finora.
      Ti abbraccio

      Elimina
  6. Ci sarebbe tanto da riflettere si questo bellissimo post. Mi è tornata in mente la frase di Chaplin "un giorno senza sorriso è un giorno perso" ed io ultimamente di giornate ne ho "perse" anche troppe...senza apparente motivo!
    Omar dovrebbe essere un bell'esempio di vita.
    Stamattina mi hai regalato uno splendido sorriso e lo ricambio con tutto il cuore. Bacioni, buon we

    P.S. questa ricettina speziata mi sconfinfera assai ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Federica, sapessi quante ne ho perse io di giornate ultimamente. Il post in realtà è un invito a tornare quella di una volta. Il mio sorriso si è spento. E' appannato. Proprio l'altro giorno riguardavo le foto di un paio di anni fa. Sembro un'altra persona e voglio tornare ad essere quella di un tempo con in più le esperienze dolorose di questi ultimi anni. Ci riuscirò?
      Anch'io ricambio il tuo bel sorriso con tutto il cuore. Baci e buon week end a te.

      Elimina
  7. Bell'analisi del sorriso... a volte ti salva la vita effettivamente ma è anche vero che ci sono momenti in cui è così difficile che ti sembra di avere due macigni agli angoli della bocca. Sulla comunicazione diretta dei bambini mi trovi assolutamente d'accordo, però la loro schiettezza a volte rischia di ferire come un coltello affilato ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E il brutto è quando lo fanno con persone che non conoscono e tu ti ritrovi a giustificarti per loro con la coda in mezzo alle gambe...mia figlia mi fa fare certe figure :))

      Elimina
  8. nella vita c'è sempre qualcosa da impapare, questo ricetta per esmepio ci fa cucinare il pesce in modo inedito per noi ma con gusto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gunther, benvenuto!!! Bellissimi i tuoi blog, complimenti!!!
      Sabina

      Elimina
  9. Nessuno ha più bisogno di un sorriso di chi non sa sorridere! E' un grande dono a costo zero.
    Marcella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E noi allora sorridiamogli....sbaglio o papà dice sempre che si è innamorato del tuo sorriso??? Hai capito la Marcellina :))

      Elimina
  10. sorridere fa bene, bisognerebbe ricordarsene più spesso.
    la ricetta mi piace molto! bacioni :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara, in effetti ce lo scordiamo spesso. Uno neanche se ne rende conto...
      Bacioni e buon week end a te :))

      Elimina
  11. Davvero molto buona questa ricetta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, grazie Isa. Buona domenica e un abbraccio :))

      Elimina
  12. Un sorriso risolve tante situazione, a patto che dall'altra parte ci sia l'intelligenza (e il merito) di riceverlo! Però non costa nulla e fa bene soprattutto a chi lo fa! :D
    Buona anche questa pastilla... sebbene io non riesca a trovare la pasta fillo nei supermercati a me vicini...cosa mi consigli? Esselunga?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anna cara, come dicevo a Donatella credo di averla trovata da Elite. Cred,o perché sono un'anticchia svagata...se non era Elite era Carrefour. Non ho una Esselunga vicino da me ma io ci proverei....
      Un abbraccio

      Elimina
  13. il sorriso infonde buon umore in chi lo riceve, semina energia positiva!! anche quando vado alla Posta e hai a che fare con l'impiegato sgarbato di turno, sfodero il mio miglior sorriso...di sgarbato, rimane sgarbato, ma la sua faccia comincia ad avere un accenno di sorriso, è una piccola vittoria...il sorriso è un atteggiamento nei confronti della vita, è un modo di porgersi e anche quando non ne hai voglia, perchè non c'è proprio nulla per cui sorridere, sai però che presto tornerai a farlo e questo è già importante!!
    un abbraccio!!
    elisa

    RispondiElimina
  14. The two dozen shades come in five unisex adult styles (and one for kids) inspired by historical figures from the 1920s, '60s, and '70s, including John Lennon and Jane Birkin. All frames are crafted of Italian cellulose acetate and outfitted with UV400 lenses. The line was launched exclusively at Forty Five Ten in the Chandlers' new adopted hometown of Dallas yesterday, where they hosted a launch Oakley Sunglasses Outlet party to measure those "hard to fit guys" (aka his larger-than-life teammates). The collection is now available online via Farfetch with prices from $175 to $350. Proceeds from the collection benefit the South Queens Sandy relief efforts. There’s a reason the dad hat is having a resurgence: Buckets best protect your head from ultraviolet rays. When made Ray Ban Outlet from cotton, they also have a cooling effect. This one’s from Stag, a sustainable menswear store with locations in Dallas, Houston, and other sweltering cities. $80; stagprovisions.comThe enjoyment of summertime pursuits is dependent on multiple things coming together at once; the right location, weather, and company can all make or break a weekend spent under the sun. Ray Ban Sunglasses (Allegra and sunscreen help, too.)
    The "Missing" actress, 44, joined her husband in Victory Lane after the win, where they kissed and celebrated.Dario Franchitti wins his third Indy 500 "[It's] just such an extraordinary achievement," Judd said of Franchitti's three Indy 500 victories, according to the Los Angeles Times. "I am so proud of him."Franchitti, who oakley frogskins drank the traditional bottle of milk in Victory Lane after the win, donned white sunglasses during the race in tribute to Dan Weldon, the two-time Indy 500 winner who was killed in a crash last October in Las Vegas during the Indy 300.Weldon's wife, Susie, reportedly went to Victory Lane to congratulate Franchitti. She also joined him Oakley Sunglasses and Judd for the traditional winner's lap around the track in the pace car, the Daily Mail reports.
    On the Graham Norton Show on BBC1, the musician said he's had the condition -- which makes the eyes over sensitive to light -- for 20 years.Glaucoma can cause blindness if not treated, but the U2 frontman says that Ray Bans Glasses isn't an issue."I have good treatments and I am going to be fine," he said, jokingly adding, "You're not going to get this out of your head now and you will be saying, 'Ah, poor old blind Bono.'" Among 12-packs of "Rand on a Stick" freedom paddles, NSA Spy Cam blockers, and other quirky paraphernalia, presidential candidate Oakley Vault Rand Paul's online campaign store also sold a product at "the intersection of politics and cool" -- Rand-branded Wayfarer sunglasses. But after a complaint lodged by eyewear manufacturer Ray-Ban, the campaign store has pulled them from its virtual shelves.
    Looks like Scaglia will now have even more cash in his pockets to buy himself some of his Oakley Sunglasses Sale country’s luxury goods.

    RispondiElimina
  15. ray ban sunglasses, http://www.raybansunglass.com.au/
    hermes belt, http://www.hermesbelts.us/
    pandora jewelry, http://www.pandorajewelryoutlet.us.com/
    mulberry outlet, http://www.mulberryoutlet.com.co/
    coach outlet online, http://www.coachoutletonline.in.net/
    polo ralph lauren, http://www.poloralphlauren.us.org/
    yoga pants, http://www.yogapants.us.com/
    stuart weitzman boots, http://www.stuartweitzmanoutlet.us/
    moncler coats, http://www.moncler.us.com/
    jordan shoes, http://www.jordanshoes.us.com/
    air jordan shoes, http://www.airjordanshoes.us.org/
    timberland boots, http://www.timberlandboots.name/
    oakley sunglasses, http://www.oakley.in.net/
    soccer jerseys, http://www.cheapsoccerjersey.net/
    michael kors factory outlet, http://www.michaelkorsfactoryoutletonline.com/
    mcm outlet, http://www.mcm.in.net/
    air max 2014, http://www.airmax2014.net/
    chanel handbags, http://www.chanelhandbagsoutlet.eu.com/
    louis vuitton handbags, http://www.louisvuittonhandbags.org.uk/
    michael kors handbags, http://www.michaelkorshandbagsoutletstore.us.com/
    michael kors outlet, http://www.michaelkorsoutletonlinestores.us.com/
    ralph lauren uk, http://www.ralphlaurenoutletuk.org.uk/
    ralph lauren uk, http://www.ralphlauren-outletonline.co.uk/
    christian louboutin uk, http://www.christianlouboutinoutlet.org.uk/
    oakley sunglasses, http://www.oakleysunglassescanada.com/
    2015926caihuali

    RispondiElimina

grazie per i vostri commenti, mi fanno sempre piacere!